Furto con scasso nella notte a Sant’Ambrogio I ladri hanno colpito il negozio di articoli sportivi "Giuglar"

Giuglar

SANT’AMBROGIO – Nella notte tra lunedì 30 e martedì 31 gennaio, il rinomato negozio di articoli sportivi “Giuglar” è stato vittima di una visita poco gradita da parte di una banda di ladri, che sono andati a segno. I malviventi hanno utilizzato tecniche letteralmente da cinema per introdursi nei locali: mediante l’ausilio di un cavo metallico collegato al loro furgone, hanno dapprima scardinato la saracinesca, per poi entrare indisturbati all’interno del negozio.
Una volta eliminato l’ostacolo dell’ingresso, è però entrato in funzione l’impianto antifurto dell’attività, direttamente collegato al cellulare del titolare mediante una telecamera.
A quanto pare, grazie a questa tecnologia, è stato possibile vedere in faccia i rapinatori che, secondo le prime indiscrezioni, non erano dotati dei classici passamontagna, bensì di semplici caschetti antinfortunistici, come quelli dati in dotazione agli operai.
Nonostante l’efficienza dell’allarme, i malviventi sono comunque riusciti a portare a termine il colpo, con un bottino che sembra essere in gran parte composto da articoli di abbigliamento.
Il primo ad accorrere sul luogo del misfatto, quando però i rapinatori erano già fuggiti, è stato un agente del servizio di vigilanza Telecontrol.
Successivamente, dopo circa mezz’ora rispetto al primo allarme pervenuto al titolare del negozio, sono giunti sul posto anche i Carabinieri della Compagnia di Rivoli, cui sono affidate le indagini.