Novalesa: inaugurazione della mostra “Questa era la mia Valle” di Germana Albertone La mostra sarà aperta al pubblico dal 1° al 23 aprile

La Sacra di Notte - di Germana AlbertoneLa Sacra di Notte - di Germana Albertone

NOVALESA – Il Comune di Novalesa, les Auteurs Associés de la Savoie et de l’Arc Alpin, l’Associazione Arte, Cultura e Tradizioni a Novalesa in Val Cenischia hanno il piacere di invitare tutti gli interessati all’inaugurazione della mostra di Germana Albertone, dal titolo “Questa era la mia valle”.

Mostra personale postuma

L’appuntamento è per sabato 1° aprile 2017 alle 16.00, presso la Casa degli Affreschi di Novalesa, in Via Maestra. Germana Albertone è nata nel 1937 e deceduta nel 2011. Sarà dunque una mostra postuma presentata dal marito Bruno Viarengo e dal figlio Fabio.
La sua pittura risveglia in noi dolci emozioni, grazie ad un sapiente amalgama di colori materici, che si animano nei riflessi cangianti delle acque di un torrente, tra le fitte maglie di un bosco di betulle, oppure nel veloce transito di nuvole cariche di pioggia che transitano nei cieli delle nostre nostalgie infantili – dice Francis Virgile Buffille, curatore della mostra e direttore dell’Associazione “Arte, Cultura e Tradizioni a Novalesa in Val Cenischia”-. L’inaugurazione di questa mostra è un omaggio all’artista, ma anche per ricordare quanto Germana amava la regione e la sua valle di Susa, una passione che traspare attraverso le magnifiche e commoventi opere che ci ha lasciato. Ringraziamo Bruno e Fabio di continuare a fare condividere l’opera di Germana“.

“Questa era la mia Valle”

La mostra è organizzata per ricordare il grande affetto che aveva Germana Albertone per la sua Valle di Susa, che aveva percorso in lungo e in largo, a volte anche in compagnia di Francesco Tabusso (e con lui aveva eseguito l’ affresco di tre pareti al santuario della Madonna della Bassa di Mompellato, Rubiana), immortalando con il pennello gli spunti piu’ salienti, piu’ suggestivi e naturali della Valsusa, con grandissimo amore e perizia.
Sono esposte circa quaranta opere tra olii, acquarelli, tecniche miste e incisioni, in un arco di quaranta anni.

Mostra

Sarà possibile visitare la mostra dal 1 aprile al 23 aprile. Sabato e domenica, dalle ore 10.30 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 18, in settimana.
Per prenotazione, tel 3206347337.