Giaveno: Giacone sul mancato numero legale “Nessun problema politico”

giaveno-carlo-giacone

GIAVENO – Nel Consiglio comunale del 28 luglio, il numero legale viene a mancare con l’uscita del gruppo di opposizione “Per Giaveno”. La seduta riprenderà lunedì mattina. I lavori assembleari si fermano sul voto di diniego dell’interesse pubblico per la costruzione di una media struttura e un ristorante in via Torino. “Una maggioranza matura e compatta viene in Consiglio con consiglieri sufficienti a garantire il numero legale: non siamo noi a dovervi togliere le castagne dal fuoco” le parole del Capogruppo Stefano Tizzani prima che “Per Giaveno” lasciasse la seduta.

Il Commento del Sindaco Carlo Giacone

Il Sindaco Carlo Giacone nega la critica di scarsa coesione della maggioranza. “La nostra responsabilità è aver convocato un Consiglio comunale quasi ad agosto. C’erano dei punti urgenti da affrontare, come il discorso degli elenchi dei giudici popolari, o due regolamenti da mandare al Ministero anche per cominciare i lavori. Ma nel nostro gruppo non ci sono problemi. L’unico ‘problema’, se così vogliamo chiamarlo, è che è composto da gente che lavora e non vive di politica. Anzi, si sta facendo un bel lavoro non soltanto come Giunta, ma anche come consiglieri delegati, che stanno portando avanti progetti molto importanti. Pertanto è comprensibile se, oltre ad avere problemi di salute, come è capitato ieri a qualcuno, altri non siano disponibili perché via con la propria famiglia. In futuro non dovremo più contare sull’onestà amministrativa della minoranza, che, come già capitato a proposito dell’ex-cartiera, non ha il coraggio di esprimersi, partecipando alla votazione”.