Giaveno, il consigliere Alessandro Cappuccio esce dalla maggioranza. Tizzani: “Il sindaco è di fatto minoranza in città”

Alessandro Cappuccio di "CambiAMO Giaveno" (primo da sinistra)  siede fra i banchi dell'opposizioneAlessandro Cappuccio di "CambiAMO Giaveno" (primo da sinistra) siede fra i banchi dell'opposizione

GIAVENO – Il Consiglio comunale giavenese è da sempre fonte inesauribile di colpi di scena e anche l’ultimo, svoltosi questa sera (lunedì 25 gennaio) non fa eccezione. Ancor prima dell’inizio dell’assise, infatti, il consigliere di “CambiAMO Giaveno”, Alessandro Cappuccio, ha letto un comunicato in cui ha annunciato l’abbandono della maggioranza che sostiene l’amministrazione Giacone per andarsi a sedere al lato opposto dell’aula, fra le opposizioni. Il sindaco Giacone, nel suo intervento conclusivo, ha comunque ringraziato Cappuccio per il lavoro fin qui svolto e gli ha augurato buona fortuna per le sue scelte future: “Non credo che l’abbiamo perso oggi; l’abbiamo perso un po’ di tempo fa — ha detto, senza polemiche, il primo cittadino — Quando un consigliere vota quasi sempre contro la maggioranza a cui appartiene e propone mozioni che non seguono l’indirizzo indicato dagli altri colleghi di maggioranza, allora significa che, in effetti, il suo posto è all’opposizione”. Perentorio il commento di Stefano Tizzani, capogruppo di “Per Giaveno”: “Con l’uscita di Cappuccio, unico rappresentante di “CambiAMO Giaveno, la maggioranza guidata da Giacone ha perso gli oltre mille voti della lista che lo ha sostenuto alle ultime elezioni, diventando, di fatto, minoranza in città. Il sindaco ne prenda atto e tragga le dovute conseguenze”.