Giaveno, in Consiglio Comunale passa la delibera sull’apertura dei Supermercati Durissima l'opposizione: "Così si strozza l'economia della città"

carrello-del-supermercato

GIAVENO – L’amministrazione ha approvato in Consiglio Comunale un cambio importante della distribuzione commerciale che riguarderà tutta la città e le aree confinanti. Si parla di 8000 metri di centro commerciale che potrebbe sorgere nello spazio delle ex Cartiere Reguzzoni.  La giunta Giaccone ha approvato il permesso di costruire e riconosciuto l’interesse pubblico per la razionalizzazione e riqualificazione con cambio di destinazione d’uso dell’area, grazie alla Legge 106 del 2011. Ecco che un’area ex industriale dimessa può essere recuperata con un intervento residenziale o commerciale in deroga a qualsiasi Piano Regolatore Comunale. Durissima la presa di posizione della minoranza e altrettanto la risposta del primo cittadino. Dai banchi della minoranza Daniela Ruffino, già sindaco, puntualizza: “Nei miei 10 anni da sindaco di Giaveno ho avuto la consapevolezza che attraverso il voto dei miei concittadini, l’ultima volta oltre il 71%, mi è stato affidato un comune con infinite risorse, cittadini, territorio e attività lavorative. Giaveno è anche turismo che ha determinato crescita attraverso eventi che hanno promosso il territorio. Il nostro pensiero è stato rivolto ai posti di lavoro in una sana economia locale, negozi di prossimità e la creazione attraverso un dettagliato progetto di un centro commerciale a cielo aperto. Un’idea che ha ottenuto finanziamenti ingenti attraverso il Piano di Qualificazione Urbana che hanno permesso l’abbattimento della strettoia e altri interventi ai vari ingressi di Giaveno.- dice la Ruffino – Un centro commerciale aperto composto dai negozi di prossimità darebbe lavoro a tante famiglie e non solo. Con questa scelta, che contesteremo duramente, Giaveno diventerà la capitale dei Supermercati strozzando l’economia locale“. Scrive Carlo Giaccone in una nota: “Il Gruppo di minoranza hanno contestato ampiamente il progetto non ricordandosi però di aver già ampiamente aperto le porte alla media distribuzione con la Deliberazione di Giunta Comunale n. 194 del 31.12.2012 dove veniva approvato l’adeguamento alla programmazione commerciale regionale e alle linee di indirizzo. Con questo adeguamento alla legge Regionale non si può più’ limitare e condizionare l’offerta di prodotti e servizi al consumatore. La pianificazione commerciale comunale deve rispettare il principio della libera concorrenza“. Adesso il progetto sarà presentato ai cittadini e vorse alle associazioni di categoria. Quale sarà la posizione dei giavenesi?