Giaveno: la Direttiva Bolkestein torna a far parlare di sé Due apicoltori lamentano scarsa informazione. Barone: “informazione c’è stata. Cerchiamo insieme soluzione”.

giaveno-bolkestein-prodotti-locali

GIAVENO – In un post affidato a Facebook due apicoltori locali hanno lamentato la mancata partecipazione alla futura fiera autunnale. Il motivo spiegato loro dal personale dell’ufficio commercio: non aver partecipato al bando che regola le postazioni come da Direttiva.

Bolkestein: il tema dell’informazione

Il post criticava un’informazione carente da parte del Comune. “Ma le cose non stanno così – spiega interpellato l’Assessore al Commercio Marilena Barone – abbiamo inviato una comunicazione a tutte le associazioni di categoria. E, parlando con diversi produttori locali, queste hanno prontamente diramato la notizia. Inoltre, subito dopo il Consiglio comunale, cui si è discusso nel merito della Direttiva, il testo del bando è stato messo sul sito del Comune. E comunque sia i giornali cartacei che quelli online hanno dato la notizia”. Aggiunge, poi, “spesso abbiamo organizzato incontri rivolti agli agricoltori per discutere di opportunità come il Gal, Psr e finanziamenti regionali. Purtroppo, queste occasioni di dialogo, confronto e informazione, hanno sempre una scarsa affluenza”.

Due soluzioni

Gli apicoltori concludevano amaramente il proprio commento “è così che si agevola il lavoro sul territorio e si aiutano i giovani a far valorizzare i prodotti locali”. Anche a questo punto replica Barone. “Ci spiace per l’inconveniente, personalmente sono sempre disposta a incontrare chi ha un dubbio o vuole delle informazioni. E lo sono ancora, incontriamoci e cerchiamo di risolvere questo problema. Affidarsi a Facebook, in casi come questo, non è la soluzione.
Esistono ancora dei margini di azione: il ricorso, come suggerito dalla persona, sempre gentile e disponibile, con cui hanno parlato. Ma su questo, però, si pronuncia in ultima istanza la Regione. Oppure, il giorno stesso della fiera fare richiesta per un posto. Se dovessero esserci defezioni dell’ultimo minuto, lo otterrebbero”.

Agevolazioni per i produttori locali

Conciliante la conclusione dell’Assessore. “Conosco l’importanza della fiera stagionale e i limiti imposti dalla Bolkestein. Sottolineo, una Direttiva europea cui non avremmo potuto non aderire. Ma ci sono anche altre occasioni per i produttori locali: la festa del pane, per esempio. Manifestazioni in cui sono agevolati non subendo costi come la tassa sul plateatico”.