Giaveno: la SMAT spiega il motivo del conguaglio

contatori smat

GIAVENO – Diversi cittadini si sono visti recapitare negli scorsi giorni delle bollette dell’acqua emesse dalla SMAT con addebitato il conguaglio per un “periodo di regolazione ante 2012”. Hanno quindi richiesto spiegazioni in Comune, facendo sì che il Sindaco Carlo Giacone e il Consigliere delegato ai Lavori Pubblici Marco Carbone si attivassero per avere spiegazioni dai responsabili SMAT.

A seguito di alcune segnalazioni di cittadini che chiedevano delucidazioni sulla voce del conguaglio addebitato nella bolletta dell’acqua – spiega il Primo cittadino ci siamo attivati subito con SMAT per avere notizie certe sulla natura del conguaglio, la quale ci ha fornito in una nota i dettagli” che riportiamo:

“Il conguaglio “Periodo di regolazione ante 2012” è stato stabilito dall’Autorità d’Ambito 3 Torinese (ATO3) con deliberazione 15.05.2014 n° 530 (consultabile su www.ato3torinese.it / Atti on line / Deliberazioni) per assicurare il corretto mantenimento dell’equilibrio economico e finanziario della gestione.

Infatti, negli anni passati, SMAT ha applicato una tariffa inferiore a quella definita dalla citata Autorità, con la conseguenza che i cittadini si sono trovati a pagare meno di quanto dovuto; pertanto a maggio 2014 l’ATO3 ha approvato il conguaglio che, rateizzato in 3 anni, comporta un costo medio a cittadino di 0,5 euro al mese.

Gli utenti sono in effetti agevolati, in quanto pagano dopo e con rateizzazione una somma dovuta.

Il conguaglio è applicato con le modalità prescritte dagli artt. 31 e 32 della deliberazione dell’Autorità per l’energia elettrica il gas e il settore idrico (AEEGSI) 27.12.2013 n° 643/2013/R/IDR, allegato A (consultabile su www.autorita.energia.it /Atti e provvedimenti), che  richiedono:

– il computo del conguaglio in funzione del  consumo del secondo anno precedente (nel caso specifico, il 2012);

– l’evidenza del conguaglio in bolletta separatamente dalle tariffe dell’anno in corso e con indicazione del periodo di riferimento;

– l’applicazione del conguaglio in forma rateizzata (nel caso specifico si è adottata la rateizzazione in 3 anni).

L’importo complessivo del conguaglio è stato suddiviso in 3 rate annuali, una per il 2014, una per il 2015 e una per il 2016. Pertanto le bollette 2016 riportano la terza e ultima rata.”