L’Auser di Giaveno compie 10 anni: un decennio al servizio dei cittadini della Val Sangone Domenica 22 ottobre la Festa del Decennale, un'occasione di riflessione sull'importanza del volontariato

Vincenzo Gerardi, Presidente dell'Auser Vlontariato Giaveno - Val SangoneVincenzo Gerardi, Presidente dell'Auser Vlontariato Giaveno - Val Sangone

GIAVENO – Per l’Auser Volontariato Giaveno Valsangone il 2017 rappresenta il raggiungimento di un traguardo importante: i primi dieci anni di servizi offerti alla popolazione della Valsangone, in particolare agli anziani e ammalati che hanno richiesto servizi di accompagnamento e di trasporto agli ospedali della zona.

La festa

Il Decennale verrà celebrato domenica 22 ottobre prossimo, con il pranzo sociale presso i locali di “Spaghettopoli”, in via Ospedale 6, a cui sono invitati gli associati, i volontari, gli utenti e fruitori dei servizi di volontariato dell’Auser Giaveno e tutti coloro che sono interessati a conoscerne e sostenerne le attività.

La festa del nostro primo decennale di fondazione – spiega il presidente dell’Auser Volontariato Giaveno, Vincenzo Gerardivuole essere innanzitutto l’occasione per ringraziare le molte persone che in questi anni hanno permesso all’Auser di crescere, in particolare i soci e i volontari che ogni giorno garantiscono i servizi di accompagnamento e di trasporto. Inoltre vogliamo unire attorno a noi in questa festa anche i nostri utenti, le persone che in passato hanno richiesto i nostri servizi e che stanno crescendo di anno in anno”.

Dieci anni al servizio dei cittadini della Valsangone

Dieci anni di attività non sarebbero stati possibili senza l’opera di molte persone che hanno dedicato parecchio del loro tempo al volontariato. A partire dal primo presidente Alberto Pavin e dai soci fondatori Leumberto Pavanati e Giampiero Taberna, che insieme ai volontari più anziani Sergio Ruffinatto e Rocco Briamonte hanno costituito negli anni una struttura in grado di rispondere oggi alle crescenti esigenze dei cittadini della Valsangone. Insieme a loro, sono stati oltre 50 i volontari che nei dieci anni si sono alternati per garantire sempre una risposta alle richieste di loro concittadini bisognosi.

In questi primi dieci anni la parola “volontariato” si è fatta servizio concreto e diffuso. Bastano pochi significativi numeri a misurare l’aumento delle richieste e insieme l’importanza e il ruolo ormai indispensabile che l’Auser svolge all’interno della comunità giavenese: dal 2007 al 2017 si sono svolti circa 3.800 servizi di accompagnamento solidale, trasporto, assistenza di vario tipo, per un totale di oltre 95.600 km percorsi con le auto messe a disposizione dall’Associazione. Il tempo gratuitamente impegnato dai volontari ammonta nel decennio a 8.104 ore per i diversi servizi effettuati con le auto, a cui si aggiungono 7.257 ore impiegate nei lavori di ufficio.

Cercasi nuovi volontari

I primi dieci anni sono alle spalle, ma per l’Auser Volontariato Giaveno Valsangone l’esigenza più forte e più urgente rimane ancora “la ricerca di nuovi volontari – aggiunge Gerardi – per poter far fronte alla crescente domanda di servizi di accompagnamento agli ospedali e alle strutture sanitarie della zona, servizi di assistenza o compagnia alla popolazione più debole, agli anziani e alle persone sole nel nostro comune e nelle nostre borgate”.