Giaveno: Lega Nord chiede un confronto con l’Amministrazione sul canone Rai "Alcuni cittadini pagano il canone Rai pur non ricevendo il segnale"

lega nord giaveno

GIAVENO – La Lega Nord Giaveno-Valsangone lamenta la mancata risposta da parte dell’Amministrazione Comunale alla richiesta di un confronto in merito al pagamento del Canone Rai in bolletta, evidenziando come alcuni cittadini delle borgate non ricevano il segnale. Stefano Olocco, segretario della sezione, spiega: “Qualche mese fa ormai, precisamente il 18 Marzo, come sezione chiedevamo all’Amministrazione un confronto per parlare di quanti cittadini del nostro comune si troveranno a Luglio a pagare il Canone Rai nella bolletta elettrica pur effettivamente non ricevendo il segnale RAI. Certo parliamo di un numero non enorme di contribuenti, ma ci aspettavamo un pò di sensibilità in più, proprio per le caratteristiche morfologiche del comune di Giaveno. Purtroppo ad oltre due mesi dal protocollo dell’istanza siamo stati completamente ignorati. Infatti all’Amministrazione chiedevamo se avevano notizie concrete di questo problema e, se era possibile proporre una soluzione.  Perchè suona come una grande ingiustizia che venga chiesto di pagare per un servizio senza poi poterne usufruire. Crediamo fortemente che sia necessario far sentire la voce dei territori in tutte le sedi opportune, gli abitanti delle borgate giavenesi hanno gli stessi diritti dei cittadini del centro storico anche se non siamo più in campagna elettorale. Anzi proprio perchè si parla di persone che hanno deciso di continuare a popolare i territori montani, territori che sembrano essere sempre più lontani dalle attenzioni di Governi e Regioni, che chiediamo con grande forza una soluzione: che sia il potenziamento del servizio o l’esenzione dal pagamento per un servizio inesistente. In fondo non essendo caduti dalla luna sappiamo quali sono le competenze di un Amministrazione Comunale, il nostro intento era ed è quello di chiedere ad essa di farsi portavoce di una brutta ingiustizia. Peccato di questo silenzio, le polemiche sono molto lontane dal nostro modo di interpretare la politica e riteniamo questa un occasione persa per stare al fianco dei cittadini, e la cosa ci amareggia.” Dal canto suo l’Amministrazione Comunale nel mese di maggio ha fatto pubblicare sul Sito del Comune un’informativa sulle modalità di richiesta dell’esenzione dal pagamento del canone.