Giaveno, i mercatini e gli hobbisti sono stati argomento in Regione Ruffino: "C’è una burocrazia asfissiante per gli hobbisti"

Il mercato a GiavenoIl mercato a Giaveno

GIAVENO – Torna a Giaveno il tema del mercato e delle fiere. Ad intervenire è la vice presidente del Consiglio Regionale Daniela Ruffino che dopo le ultime polemiche cittadine dice: “E’ da mesi che porto avanti la richiesta di semplificare le norme per i mercatini e gli hobbisti piemontesi. Proprio per tale ragione ho scelto di ritirare i miei emendamenti sull’argomento quando ho appreso che il centrosinistra aveva finalmente deciso di occuparsi del tema con una propria proposta“.

LEGGI ANCHEhttp://www.lagenda.news/giaveno-polemiche-via-umberto/

Troppa burocrazia

La Ruffino poi spiega: “Finalmente  come da me richiesto a più riprese, si è portata a casa una semplificazione per centinaia di hobbisti che a causa dei costi elevati e di una burocrazia asfissiante rischiavano di smettere di partecipare ai vari eventi che ciclicamente vengono organizzati dai nostri Comuni e che attirano migliaia di turisti“.

Reputo però che si potesse fare di più – conclude Ruffino – Mi sia permessa una chiosa: quando si copia spesso la fotocopia non è della stessa qualità dell’originale. La nostra proposta concordata con numerose amministrazioni locali prevedeva, come avviene peraltro in altre Regioni, la possibilità di partecipare a 24 mercatini, contro i 18 approvati“.