Da Giaveno a Milano per commentare la Lega Pro Il giavenese Marco Crepaldi, insieme a Luca Del Gaudio di Venaria, telecronisti per la Lega Pro

crepaldi-corso-telecronisti

GIAVENO – C’è anche un po’ di Giaveno nelle voci che commentano le partite di Lega Pro per SportTube. Il giavenese Marco Crepaldi, da poco trentenne, è tra i telecronisti per la piattaforma che manda in onda online Lega Pro Channel. Pertanto nei fine settimana occorre attrezzarsi per recarsi a Milano, negli studi di SportTube.

L’inizio con un corso

Il percorso di Marco comincia nel 2015 quando scopre tramite i social network un corso da telecronista sportivo con Enrico Zambruno di Juventus TV. È grazie al corso che conosce la direzione di Sportube. Non solo, nelle lezioni incontra anche quello che diventerà il suo compagno di telecronaca, Luca Del Gaudio di Venaria.
La passione per il calcio comincia fin da giovane per Marco, tanto da portarlo a seguire tutto ciò che ne è di contorno. Stesso discorso per Luca, amante del pallone fin da bambino quando, racconta, toglieva l’audio al televisore commentando le partite del fratello alla playstation. È anche affascinato anche dal lato del calcio fatto di numeri e statistiche.

Le aspirazioni di Marco e Luca

Il sogno massimo – racconta Marco – sarebbe commentare qualche partita di un certo livello. Un altro desiderio sarebbe poter mettere insieme la mia passione per il calcio e il mio paese, commentando il GiavenoCoazze. Conosco molti di quei ragazzi, sarebbe un’emozione totalmente diversa poter commentare le loro gesta!” Anche per Luca il desiderio è “poter fare la telecronaca alla mia squadra del cuore: la Juventus. Anche soltanto per radio, sarebbe già una soddisfazione!
Un lavoro non semplice, quello del telecronista: “a differenza della serie A, per esempio, che tutti bene o male conoscono – racconta Luca – il mondo della Lega Pro è tutto da studiare e quindi occorre prepararsi per poter commentare al meglio una partita”.
Un mondo molto animato quello della Lega Pro, l’ex serie C. “Specialmente nel Sud Italia, certe partite hanno tifoserie che le vivono come se fossero incontri di serie A, anche in termini di affluenza – racconta Marco – è proprio una passione tangibile”. Conferma Luca “le tifoserie sono molto calde, anche perché c’è in gioco il passaggio in serie B”.