Giaveno: presentazione venerdì del progetto “Non solo nido” Una progettazione del Comune e di diverse strutture pubbliche e private a sostegno della genitorialità

Tavola rotonda venerdì 3 marzo alle ore 17 presso la Sala Consigliare di Giaveno per la presentazione dei risultati del progetto "Non solo nido"Tavola rotonda venerdì 3 marzo alle ore 17 presso la Sala Consigliare di Giaveno per la presentazione dei risultati del progetto "Non solo nido"

GIAVENO – Questo venerdì 3 marzo alle 17 presso la Sala Consigliare del Comune di Giaveno si terrà una tavola rotonda, organizzata nell’ambito del progetto “Non solo nido“, coordinato da Erika Argirò. Un percorso realizzato con il contributo della Regione Piemonte e del Dipartimento Politiche per la Famiglia, oltre che con la collaborazione di numerose realtà del territorio che si occupano di infanzia. Una progettazione durata di 2 anni in totale. Avviata quando il Comune è riuscito ad aggiudicarsi un finanziamento di 20 mila euro di un bando regionale per il sostegno alla genitorialità.

“Non solo nido” venerdì 3 marzo a Giaveno

Venerdì il momento culminante con confronto sulle esperienze, oltre che un’occasione per definire nuove prospettive di lavoro. Ad aprire la serata i saluti istituzionali della Regione con l’Assessore Lavoro, Istruzione e Formazione Gianna Pentenero e quelli dell’Amministrazione comunale con l’ Assessore alla Scuola e Attività Educative della Città Anna Cataldo.

Gli obiettivi del progetto “Non solo nido” di Giaveno

Far collaborare strutture pubbliche e private del mondo della prima infanzia in una progettazione comune, l’intento di “Non solo nido”. Una “grande  scommessa sulla sinergia – come riconosce Cataldo – tra realtà del territorio come Comune, scuole e strutture private”.

Tre le linee d’indirizzo, concentrate in particolare sui nuclei famigliari. Prima area di intervento le famiglie in difficoltà dopo una nascita, portandolo loro sostegno di natura socio-sanitaria e socio-assistenziale a domicilio. “Sotto questo aspetto – commenta l’Assessore – è stato fondamentale riuscire a instaurare un rapporto di fiducia tra le famiglie e gli operatori”.

Il secondo ambito far entrare i genitori nella quotidianità dei primi anni di vita dei bambini. Perché spesso nelle ore lavorative le figure genitoriali sono impegnate, dovendo pertanto lasciare i figli in custodia presso strutture. Attraverso un percorso itinerante nelle varie sedi delle realtà aderenti al progetto, si sono tenuti laboratori e diverse attività ricreative, per dare alle ore dei bambini un carattere formativo condiviso con i genitori.

Terzo filone gli incontri di formazione sulla genitorialità e su diverse problematiche interrelate con esperti.

Abbiamo puntato soprattutto agli interventi a sostegno delle famiglie fragili cercando di andar loro incontro sotto gli aspetti psicologici ed economici – sottolinea Cataldoperché le problematiche, quando vi sono, riguardano tutto il nucleo famigliare”.

I relatori dell’incontro “Non solo nido” a Giaveno

Diversi i relatori che interverranno: Luca Gerbino, Responsabile Area Servizi Scolastici, alla Persona, Sport e Cultura della Città di Giaveno; 
Elisabetta Davì Servizio Socio Assistenziale per l’Unione dei Comuni Montani della Valsangone; Gianni Alberti, Esl Nuoto Torino; 
Andrea Andolfatto, Cooperativa Sociale Area 361; 
Elisa Ostorero, Cooperativa Sociale L’Arcobaleno; 
Chiara Forno, Associazione A.Ge Val Sangone; 
Manuela Lavaselli, Asilo Nido Comunale Pio Rolla; 
Claudia Lussiana, Nido in Famiglia “Il Nido dei Folletti”
; Giulia Panetta, Baby Parking “C’era Una volta”
; Alice Pallard, Nido in famiglia “Gioca Giuè”Associazione Donne di Valle
; Maura Maritano, Scuola dell’infanzia “Beata Vergine Consolata”;
 Antonella Marchese, Scuola
; Cristina Borello dell’ASL TO 3. I diversi interventi saranno moderati da Erika Argirò.