Giaveno: sparatoria da Far West ieri notte all’Aquila Due feriti, uno gravissimo di Villar Focchiardo, entrambi motociclisti del locale gruppo di Hell's Angels

giaveno-sparatoria-ristorante-aquila-2

GIAVENO – Forse una guerra fra bande rivali il movente della sparatoria di ieri notte all’Aquila, davanti  al ristorante. Il più grave – che si è preso un proiettile in testa sparato da pochi passi è un operaio 46enne di Villar Focchiardo, poi ricoverato e operato al CTO di Torino in grave pericolo di vita;  l’altro, un canavesano di San Giusto, 41 anni, è stato investito direttamente da una delle due auto degli aggressori, che gli hanno procurate diverse fratture agli arti, è in ospedale a Rivoli. I ricercati sono 3 o 4 persone cui si dà la caccia  tutta la Provincia da parte dei  Carabinieri.

Secondo la prima ricostruzione dei militari fra i due gruppi, che quindi si conoscevano  bene, poco prima delle 23 è scoppiata una violenta rissa nel parcheggio del ristorante dell’Aquila:  sono stati sparati diversi colpi di arma da fuoco, i primi forse in aria poi si è scatenata la violenza omicida.

Le indagini sono affidate ai Carabinieri della Compagnia di Rivoli e del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Torino che stanno indagando sui motivi e i responsabili dell’accaduto. I due feriti, entrambi pregiudicati, appartengono al  gruppo di motociclisti “Hell’s Angel”, così come un’altra ventina di persone, che erano presenti nel parcheggio del locale al momento della sparatoria, tutti già sentiti come persone informate sui fatti dai militari operanti.