Giaveno: un 2016 importante per la Commissione Tutela Animali Un nuovo regolamento e accesso ai luoghi pubblici per i 4 zampe tra le conquiste della Commissione

cane

GIAVENO – Si va concludendo il 2016 della Commissione Tutela Animali, istituita nel febbraio scorso. “Un bilancio certamente positivo – commenta il referente, il dottor Mauro Moretta, veterinarioin questi mesi abbiamo ottenuto importanti traguardi”.

Tra questi l’accesso in tutti i luoghi pubblici per gli animali, per esempio il Parco comunale, “abbiamo sollecitato l’Amministrazione – spiega Moretta – per far sì che venga cambiata la cartellonistica” che ad ora reca ancora il divieto e potrebbe far desistere chi intendesse passare del tempo tra gli alberi cittadini con il proprio animale domestico.

Un altro segno dell’impegno della Commissione è la serie di incontri sulla relazione uomo – animale che hanno interessato questo 2016. Diversi gli appuntamenti inaugurati dalla serata sul lupo presso il Pacchiotti, continuata poi con quella sul pronto soccorso veterinario, seguita da una sui pesci e gli acquari e infine sul rapporto uomo – cane.

Il traguardo però che Moretta tiene a portare in evidenza è il nuovo Regolamento tutela animali, approvato lo scorso novembre da una Commissione del Comune. “Adesso si tratta di applicarlo – commenta – ma è molto avanzato: prevede per esempio un’attenzione alle situazioni di isolamento sociale, ovvero a quei casi in cui l’animale viene tenuto in un contesto che non è compatibile con le sue necessità etologiche”, ad esempio in solitudine su balconi oppure in orti urbani. Inoltre, il Regolamento prevede anche il divieto sul territorio comunale di effettuare botti: una forma di maltrattamento. In tal solco si colloca la recente ordinanza del Comune: “abbiamo condiviso la scelta di inserire nel Regolamento questo divieto – spiega l’Assessore al Territorio e all’Ambiente Marilena Barone – oltre che una tutela per gli animali, è un modo per evitare incidenti che coinvolgono anche gli uomini”.

Il 2017, spiega Moretta, sarà larga parte impegnato “alla sensibilizzazione verso le buone norme di convivenza civile per chi ha un animale domestico, nello specifico il problema delle deiezioni non raccolte che sporcano i luoghi pubblici”. E continua: “stiamo cercando il modo di coinvolgere enti in grado di sanzionare, così da venire anche incontro alla Polizia locale”. Non mancheranno anche gli incontri dato che “hanno avuto un buon riscontro”. Anticipa: un appuntamento in cui si rifletterà sul gatto dal punto di vista psico-fisico alla presenza di esperti. È anche in programma anche una serata sulla corretta alimentazione di cane e gatto.