Giaveno: un 2016 positivo per il Tavolo di Lavoro sulla Disabilità Diversi gli interventi effettuati e molti altri in programma per il 2017

attraversamento-pedonale-giaveno

GIAVENO – Positivo il bilancio 2016 del Tavolo di Lavoro sulla Disabilità, nato ufficialmente nel marzo del 2015. Un primo anno però di “rodaggio” si direbbe in termini automobilistici; di studio altrimenti, in cui elaborare proposte poi accolte nell’anno che va terminando.

La sguardo sul mondo che anima il Tavolo è rendere protagonisti attivi i diretti interessati: le persone affette da diverse disabilità, principalmente motorie che obbligano all’uso di sedie a rotelle, al fine di individuare le micro-barriere. Ostacoli invisibili agli occhi del passanti, anche di quelli sensibili alle barriere architettoniche, ma che risultano un rischio per chi “affronta” la città da una sedia a rotelle. Nonostante ciò, ci tengono a far sapere i membri del Tavolo, “il gruppo è aperto a tutti coloro che vogliono dare una mano”. Sarà sufficiente prendere contatto con la Consigliere delegata alla Pari Opportunità Maria Paola Alfonso, nonché membro del Tavolo, per sapere dei prossimi incontri: la mail è [email protected].

Diversi sono gli interventi, avvenuti nella primavera 2016, realizzati a partire da alcuni sopralluoghi del settembre/ottobre 2015 effettuati da diversi partecipanti al Tavolo insieme al Consigliere delegato ai Lavori Pubblici Marco Carbone. Focus sono stati soprattutto i passaggi pedonali e le micro-barriere che ne impedivano il sicuro attraversamento, tra questi: via Roma, viale Regina Elena, via Seminario e i gradini davanti ai passi carrabili di via Coazze. “Un 2016 positivo – il commento del Tavolo – grazie anche alla preziosa sinergia nata con l’Ufficio Lavori Pubblici e il Consigliere Carbone”.

Per il 2017 i progetti in cantiere sono diversi, a partire da altri interventi più complessi, più lunghi da programmare quindi, rispetto al 2016. Le principali criticità che il Tavolo si augura di risolvere sono: via XXIV maggio, in cui il marciapiede pare avere una pendenza che rende difficoltoso il passaggio con il rischio di ribaltamento; le troppe salite e discese di quello di via Torino e le gobbe del marciapiede di via Stazione verso viale Regina Elena; oltre che rende agile il passaggio su entrambi i lati di via Roma.

Gli altri progetti riguardano lo studio sulla fattibilità di un parco giochi inclusivo, tant’è che il Tavolo fa parte dell’omonima Commissione; la possibilità di realizzare una capillare giornata di sensibilizzazione sull’autismo in collaborazione con l’Assessore Anna Cataldo alla Scuola e alle Attività educative; una progettazione con il Pacchiotti. Inoltre si discute tra i membri anche della realizzazione di una pagina Facebook per tenere la cittadinanza aggiornata sui lavori del Tavolo. La decisione è ancora in forse, perché, ci tengono a far sapere i partecipanti: “dobbiamo trovare il modo di gestire la pagina affinché sia davvero del Tavolo, perché ci interessa mostrare i risultati del lavoro collettivo, non fare promozione delle singole individualità”.