Giaveno, un furgone finisce nel Sangone a Ponte Pietra, ma… Spettacolare esercitazione dei Vigili del Fuoco

I Vigili del Fuoco che hanno preso parte all'esercitazione di questa mattinaI Vigili del Fuoco che hanno preso parte all'esercitazione di questa mattina

GIAVENO-  Immaginate un’alluvione: un furgone con alcune persone a bordo viene travolto dall’onda di piena e trascinato dall’impeto della corrente del Sangone fino a incagliarsi in alcune rocce poste sotto il ponte di borgata Ponte Pietra. Immediatamente sono allertati i Vigili del Fuoco che, con 53 uomini e una dozzina di mezzi, intervengono per salvare i malcapitati. Per uno non c’è più nulla da fare, ma un altro viene estratto ancora vivo dalle lamiere semisommerse. È lo scenario che si è respirato questa mattina a Giaveno, durante quello che, in gergo tecnico, è definito “addestramento fluviale- alluvionale”, una delle 3 esercitazioni all’anno che i pompieri del Comando provinciale di Torino compiono coinvolgendo le diverse squadre del Corpo: sommozzatori, ricercatori, topografi, gruisti, tutti impiegati nella ricerca delle possibili vittime di un’alluvione, sotto il coordinamento del capo reparto esperto Renato Rollero e del collega Mario Morea. L’esercitazione è perfettamente riuscita, grazie al valido coordinamento fra le forze in campo e a un’ottima organizzazione delle stesse. Hanno supervisionato l’iniziativa anche i colleghi Sapeurs- Pompiers di Saint-Jean-de- Maurienne, coordinati da Bertrand Tepas, loro comandante, e alcuni volontari della Croce Rossa di Giaveno. Sul posto erano presenti anche il vice comandante provinciale, ing. Vincenzo Bennardo e la funzionaria, ing. Adriana Rinaldi.