Giaveno, un piccolo grande gesto di solidarietà ai bimbi disagiati della città

GIAVENO-  La solidarietà che nasce spontanea è forse quella più genuina. Deve averlo pensato anche un gruppo di otto amici giavenesi che, questo Natale, hanno deciso di regalare un sorriso ad alcuni bimbi disagiati e/o disabili della città. “Un giorno, così, quasi dal nulla, ci siamo detti: perché non raccogliamo qualche soldo fra di noi e i nostri conoscenti e non regaliamo un giocattolo ai bimbi più in difficoltà?”, spiega Patrizio Sgarra che, insieme con Fabio Laguardia, ha promosso l’iniziativa. Detto fatto. Nel giro di qualche giorno, circa 40 persone hanno donato 500 euro; nel frattempo, anche grazie alla segnalazione di alcune associazioni che operano sul territorio, sono stati identificati dieci bimbi a cui è stato chiesto di scrivere la letterina a Babbo Natale. Al simpatico vecchino i pargoli hanno potuto chiedere un dono speciale e Babbo Natale, grazie al gruppo di amici giavenesi, potrà accontentarli. “La consegna dei doni è prevista la prossima settimana — spiega ancora Sgarra — Poiché alcuni bimbi hanno problemi motori, penso che porteremo i regali casa per casa, ma speriamo di organizzare anche un momento di festa comune”. Un gesto semplice, spontaneo, magari piccolo, che tuttavia è diventato una luce di speranza sull’albero di Natale di Giaveno.