A Giaveno un torneo di pallavolo per ricordare la piccola Elena Riccardi Serata di presentazione giovedì 23 marzo con il giornalista sportivo Carlo Nesti

memorial-elena-riccardi-24

GIAVENO – Si disputerà nelle giornate di sabato 25 e domenica 26 marzo il “4° Memorial Elena Riccardi“, il torneo di pallavolo in memoria di Elena, piccola pallavolista che un raro osteosarcoma ha portato via nel dicembre 2013.

La 4^edizione del memorial è stata organizzata dal Gruppo Sportivo Alberto Cuatto con la collaborazione della UISP Piemonte, della Croce Rossa locale e con il patrocinio della Regione Piemonte, della Città metropolitana di Torino, della Città di Giaveno e del Comune di Coazze. Il ricavato della manifestazione verrà devoluto alla Fondazione per la ricerca sui tumori muscoloscheletrici e rari Onlus.

Il torneo

Quattro gironi per un totale di 16 squadre: “Quest’anno abbiamo raddoppiato il numero di squadre – commenta Walter Gioana, vicepresidente della Cuatto – segno che questo torneo sta diventando sempre più grande e coinvolgente. Con un minimo di 160 persone tra atleti, allenatori e dirigenti sarà difficile fare la consueta foto di gruppo!”

La presentazione del Memorial

Giovedì 23 marzo presso il Cinema teatro San Lorenzo di Giaveno si è svolta la serata di presentazione del Memorial Elena Riccardi, presentata dal Consigliere Delegato alla cultura Edoardo Favaron: “Questa serata è una novità per il memorial, ed è stata voluta ed organizzata dal Comune con la collaborazione della Cuatto. Il sorriso di Elena deve essere una guida ed un esempio per tutti noi, affinchè ogni giorno compiamo un gesto in più per sostenere la ricerca.”

Al termine della serata si è svolta l’estrazione della lotteria benefica: oltre 2500 biglietti sono stati venduti nelle scorse settimane per sostenere la ricerca sui tumori muscoloscheletrici e rari.

Per l’Amministrazione hanno presenziato il Sindaco Carlo Giacone, l’Assessore all’Educazione Anna Cataldo ed il consigliere delegato allo sport Andrea Scalia. Commenta il Primo Cittadino: “Sono emozionato nel vedere tanti giovani giocare con passione per ricordare la loro amica Elena.  Il Memorial sta crescendo e sempre più squadre vi vogliono partecipare: è un’iniziativa nobile, un torneo sportivo con scopo benefico, tre giorni di sport in cui si ricordano i veri valori della vita, come la famiglia e l’amicizia. Un encomio particolare va rivolto alla famiglia di Elena: papà Paolo, mamma Claudia e al suo fratellino Davide.”

Durante la presentazione è intervenuto anche il Presidente della Fondazione per la ricerca sui tumori muscoloscheletrici e rari Onlus Marco Gioannini, il quale ha sottolineato la fondamentale importanza della ricerca nella lotta a queste complesse malattie. Egli afferma: ” La Fondazione sta cercando di meritarsi il vostro aiuto, che da 3 anni ci arriva grazie a questo memorial: sono contento di quanto sta succedendo, perchè finalmente abbiamo fatto il salto che aspettavamo cioè passare davvero alla fase della ricerca. Noi acquistiamo e doniamo agli ospedali dei macchinari, ma promuovere la ricerca è più difficile perché non è tangibile, la ricerca non sai dove ti porta. Eppure è fondamentale, soprattutto per queste subdole patologie. Finalmente abbiamo dato inizio a due progetti di ricerca pura che speriamo fortemente portino a risultati che ci aiutino nella comprensione e nella cura di queste malattie.”

Carlo Nesti a Giaveno per raccontare “Lo sport di vivere”

Ospite d’eccezione alla serata è stato il giornalista e radio-telecronista sportivo Carlo Nesti il quale ha mostrato ai partecipanti il video-monologo “Lo sport di vivere – testa o cuore?” da lui curato ed ispirato al suo libro “Il mio allenatore si chiama Gesù”. La proiezione ha portato il pubblico in un viaggio nello spazio e nel tempo, ripercorrendo eventi fondamentali del mondo dello sport a 360 gradi, dando spunti di riflessione su temi quali l’impegno, il sacrificio e la forza, applicabili tanto allo sport quanto alle partite che ogni giorno ci troviamo a giocare nella nostra vita, perchè il gioco entra nella vita ma anche la vita entra nello sport.

Ed ora non resta che giocare! 

Le squadre partecipanti al torneo saranno: per l’Under 12 femminile G.S. Alberto Cuatto, Tam Tam Giaveno, Cus Alpignano e Chisola Volley; per l’under 13 femminile invece giocheranno G.S. Alberto Cuatto, Pino Volley. Falco Volley Cumiana, Isil Volley Almese; le squadre maschili under 13 saranno  G.S. Alberto Cuatto, Alto Volley Canavese, Rosta Caselette Volley e Chisola Volley; per l’under 14 maschile giocheranno  G.S. Alberto Cuatto, Tam Tam Giaveno, Rosta Caselette Volley e Trofarello Sec.

Le partite si disputeranno sabato 25 marzo nelle palestre dell’Istituto Blaise Pascal (per i maschi) e al Palazzetto dello Sport (dove giocheranno le femmine) mentre domenica 26 marzo tutti saranno al Palazzetto.

Questo slideshow richiede JavaScript.