Giaveno: Unarco “sugli eventi le comunicazioni sono tardive”. Risponde l’Assessore Barone Barone "alla programmazione lavoriamo per tempo coinvolgendo tutti gli attori territoriali"

giaveno-via-umberto

GIAVENO – Mancanza di tempestiva comunicazione delle manifestazioni fieristiche e organizzazione frettolosa degli eventi da parte dell’amministrazione: è quanto lamenta il direttivo dell’Associazione Commercianti ed Artigiani di Giaveno Unarco in una recente nota.

La Giornata dello Sport

“Il Comune sembra continuare a manifestare i soliti problemi nel confrontarsi con le diverse attività del paese sulle possibili problematiche, prima di comunicare al pubblico la decisione di organizzare i vari eventi. Lo scorso 30 Aprile, infatti, il comune di Giaveno ha organizzato ‘La Giornata dello Sport‘ occupando le principali piazze del paese, omettendo però di avvisare e  coinvolgere molti commercianti, che lo hanno scoperto solo con pochissimi giorni di preavviso.”

Maggionatura

In occasione di Maggionatura ad essere penalizzati, a detta di Unarco, saranno i fiorai perché l’edizione 2017 avverrà in concomitanza con la ricorrenza della Festa della Mamma, con una conseguente concorrenza serrata per coloro che a Giaveno commerciano nel settore florovivaistico. “Il Comune è uscito con una comunicazione il 28 aprile 2017 che annunciava la 22esima edizione di ‘Maggionatura’, in concomitanza con la Festa della Mamma. Tutta la categoria che avrebbe goduto delle vendite di piante e fiori durante questa celebrazione risentirà della concorrenza prodotta dalla fiera. Lo stesso problema si era già proposto alcuni anni addietro, finché i fiorai presenti in città fecero esplicita richiesta al Comune di spostare l’organizzazione di ‘Maggionatura’ alla terza domenica di maggio anziché alla seconda – giorno in cui cade la Festa della Mamma – e così è stato negli scorsi due anni, mentre quest’anno si ripresenta lo stesso problema.

Giaveno, città di eccellenze

“Siccome siamo fermamente convinti che non ci sia volontà da parte del Comune di penalizzare le sue attività commerciali – conclude il direttivo Unarco  dobbiamo imputare tale comportamento a un’organizzazione che spesso ultimamente ci sembra frettolosa e poco approfondita. Non potendo chiedere che l’evento venga spostato, in quanto già comunicato al pubblico, chiediamo di non dimenticare che a Giaveno abbiamo ottimi espositori di merci e prodotti, ma anche piccole e medie attività commerciali di qualità che vale la pena venire a scoprire prima, durante e dopo la Festa della Mamma.”

La parola all’Assessore al Commercio

Alla programmazione delle manifestazioni stiamo lavorando da tempo, coinvolgendo le associazioni dei commercianti e anche altre realtà territoriali. Non è sempre facile far coincidere le varie richieste che ci pervengono con le esigenze di tutti e a maggior ragione con le migliori tempistiche per tutti – spiega Marilena Barone –  la data di Maggionatura non è certamente stata scelta in modo intenzionale e per penalizzare una categoria di commercianti. Dato il preavviso con cui abbiamo allertato gli operatori per avere la loro adesione, non è purtroppo più modificabile la data in modo da evitare la coincidenza con la Festa della Mamma. Ci tengo però a sottolineare ancora una volta che siamo aperti alle collaborazioni con tutte le associazioni: lavorare insieme può essere utile per evitare che vi siano ulteriori problemi legati alle coincidenze di date”.