Il CAI di Avigliana in vetta al Passo del Sempione Una gita tra le meravigliose montagne delle Alpi Lepontine

Il CAI di Avigliana al SempioneIl CAI di Avigliana al Sempione

AVIGLIANA – La cima designata, interamente in territorio elvetico, si pone al centro di un vasto panorama al cospetto del “trittico dei quattromila del Vallese”: Weismiess, Lagginhorn e Fletschhorn nonché alla più alta montagna delle Alpi Lepontine: il Monte Leone con l’acuminata vetta del Wasenhorn (Punta Terrarossa) alla sua sinistra.

Purtroppo dopo una settimana di tempo perturbato domenica è stata la prima giornata di sosta del maltempo con le conseguenze tipiche di questa condizione: nebbia continua tirata dal vento fino alla quota dei 2.300 metri e freddo pungente tra i 3 e gli 8 gradi per l’intera giornata.

Al passo del Sempione

Ma nonostante le poco invitanti condizioni atmosferiche il gruppo è partito baldanzoso dal Passo del Sempione a quota 2.005 mt alle 10,45 e si è incamminatosul sentiero che con lunghissimo traversone verso Sud conduce alle vaste praterie che caratterizzano quell’ambiente aperto e verdeggiante. Nel clima ostile sono stati superati gli ultimi contrafforti che si aprono finalmente nell’ultimo tratto pianeggiante a poche centinaia prima del Bistinepass2.417mt. contraddistinto da un enorme cono di pietre e raggiunto alle 13. Il cielo cupo e la nebbia gelida e costante non ha impedito ad un manipolo di persone di staccarsi dal gruppo e raggiungere la cima del Magehorn 2.621 mt., montagna massiccia che incombe alla sinistra del passo.

La salita in vetta

La salita a questa cima si presenta all’inizio agevolata da belle tracce di sentiero che adducono però ad una pietraia di grossi blocchi dove il sentiero scompare completamente. Superata con qualche difficoltà la pietraia il gruppetto ha repentinamente dalla vetta il gruppo alle 14,30 si è riunito e con lungo serpentone ha ridisceso, finalmente sotto uno squarcio di azzurro, il sentiero che l’ha riportato per le 16 al piazzale del Simplonpass dove lo attendeva il pullman per il rientro a Torino. Tra i quasi 70 partecipanti vi erano soci oltre che del CAI sez. Torino e UGET anche soci del circolo Unicredit (sottosezione CAI GEB), del CAI sottosezione di Avigliana, Orbassano e altre sezioni. Capigita oltre ai due firmatari: Beppe Borione (ASE) e Maria Tamietti, (ASE) con la gradita collaborazione di Sileno Berto e Daria Fava (ASE).

Il ritorno

Sul pullman nel lungo viaggio di ritorno ottima animazione dei responsabili, molto gradita dai partecipanti entusiasti nonostante il tempo avverso che ci ha tolto buona parte del    panorama che sarebbe stato di prim’ordine, motivo in più magari per ritornarci.