Gli operatori e le associazioni a scuola di accoglienza 2.0 Un corso sulla promozione di azienda e territorio attraverso i social media

(foto Valle di Susa. Tesori d'Arte e Cultura Alpina)(foto Valle di Susa. Tesori d'Arte e Cultura Alpina)

AVIGLIANA – “Accoglienza 2.0. Strumenti pratici per promuovere la propria azienda e il territorio attraverso il social media marketing” è il titolo del corso che si è svolto lunedì 19 ottobre 2015 nella sala consiliare del Comune di Avigliana, organizzato dal piano di valorizzazione “Valle di Susa. Tesori d’Arte e Cultura Alpina” con la Camera di Commercio di Torino. Nicola Delvecchio, consulente Teamwork, ha introdotto gli argomenti della giornata di formazione dedicata a ristoratori, albergatori, gestori di rifugi, residence e bed & breakfast, accompagnatori naturalistici, associazioni culturali. Partendo dalla definizione di accoglienza, mediante una serie di casi ed esempi pratici sono stati affrontati numerosi argomenti tra i quali i social media e la loro funzione aziendale, la profilazione dei clienti e le peculiarità dei diversi social, la promozione del territorio con i social media, come alimentare il passaparola positivo attraverso i social media, la trasformazione dei clienti in “ambasciatori” dell’azienda. La seconda parte della giornata è stata dedicata al network più conosciuto, vale a dire Facebook. Gli strumenti del marketing sono stati trattati ; accanto all’impiego di media pagati e di proprietà vi sono quelli acquisiti, che veicolano un messaggio per i propri fans; fondamentali sono la viralità delle informazioni e l’evoluzione del concetto di “passaparola”, per cui sono i clienti stessi a diventare la pubblicità di un’azienda. Si può dunque concludere che la “cassetta degli attrezzi” per una buona accoglienza 2.0 è costituita da una pagina Facebook, un corso base di fotografia, un account Instagram, un canale YouTube, un numero whatsapp, uno smartphone o un tablet aziendale e una app per modificare fotografie e immagini.