Gravere: il 30 dicembre Francesco Torre racconta la sua ascensione agli 8.848 metri dell’Everest La spedizione e la scalata per immagini al Salone Sicheri in Municipio

(foto Francesco Torre)(foto Francesco Torre)

GRAVERE – Il 21 maggio 2016, alle ore 7,30 locali,  l’avvocato graverese Francesco Torre – dopo una ascensione resa ancor più difficile nell’ultimo tratto da difficoltà con l’erogatore di ossigeno – conquistava la vetta dell’Everest, il tetto del mondo.
Un’impresa non per tutti, fortemente voluta dopo anni di preparazione, un duro allenamento specifico, e una forza di volontà non comune per portare a termine e realizzare il sogno di tutti gli alpinisti.

Torre racconterà la sua avventura in una serata con proiezione di fotografie e filmati, venerdì 30 dicembre alle 21,00 presso il salone Sicheri di Gravere, in Piazza del Municipio.