Green e Smart Valley: UNCEM Piemonte premia le migliori tesi sullo sviluppo della montagna Riba: "Cerchiamo nuove idee e progetti per rigenerare i nostri territori alpini"

(Foto RestartAlp)(Foto RestartAlp)

TORINO – Uncem Piemonte punta da tempo ai giovani ed ai progetti innovativi per le Terre Alte. Ora , nel  quadro delle attività del progetto per lo studio e la progettazione di smart valley e di green community – temi sui quali  muove da  tempo l’agenda insieme ai sindaci e alle Unioni Montane più brillanti –   lancia un premio per i migliori tesisti  sui temi collegati allo sviluppo delle aree montane, con particolare riferimento alle declinazioni smart e green a vantaggio dei territori alpini.

Il premio si rivolge agli studenti residenti in Piemonte o che abbiano frequentato corsi di laurea presso uno degli Atenei con sede in Piemonte. Gli studenti devono aver discusso la tesi di laurea a conclusione del corso di studi triennale, specialistico o magistrale nel periodo compreso tra il 1° aprile 2016 e il 15 aprile 2017. L’intenzione dell’Uncem è quella di premiare l’attività di studio svoltasi per l’elaborazione della tesi e a incoraggiare l’interesse per la ricerca e l’approfondimento dei neo-laureati sui temi relativi allo sviluppo delle aree montane.

La Delegazione piemontese individua per le tesi scelte dalla commissione giudicatrice, tre premi in denaro: dai 500 del primo ai 200 euro del terzo e un premio speciale Bottega dell’Alpe, riservato alle tesi di laurea relative alla valorizzazione delle produzioni enogastronomiche delle aree montane, settore primario, agricoltura, filiere agroalimentari e gestione dei pascoli.

Uncem si riserva di individuare ulteriori premi aggiuntivi e menzioni speciali, anche proposti dai soggetti pubblici e privati partner del progetto “Smart Valley e Green Community”.

“Non un grande budget in effetti, sono tempi di spending review – ci dice il Presidente Lido Riba –  ma le tesi di laurea presentate verranno recensite e presentate sul sito internet dell’Uncem Piemonte e sugli altri portali web collegati a quelli della Delegazione, nonché sui profili social dell’Uncem, sulla rivista PieMonti e in tutte le iniziative di comunicazione promosse da Uncem nel corso del 2017. Uncem inoltre offrirà ai soggetti candidati l’opportunità di presentare la tesi di laurea all’interno di specifici incontri sui territori montani del Piemonte oggetto della tesi stessa, d’intesa con gli Enti locali. Cerchiamo così di farli incontrare con chi amministra il territorio alpino piemontese.

Siamo infatti convinti che dalle idee e dalle proposte di giovani studenti che hanno concluso il loro percorso di studi, possano nascere nuovi assi di sviluppo e rigenerazione dei territori alpini, delle aree interne. Negli ultimi anni è cresciuto un proficuo rapporto con molti Dipartimenti di Università piemontesi, come è in continua crescita il numero di studenti che dedicano parte del loro impegno e la tesi di laurea a tematiche relative alla montagna. Non possiamo che confermare la necessità dell’Uncem, anche grazie al premio, di far conoscere questi lavori sui territori, tra i nostri Enti locali, tra le comunità che vivono nelle Terre Alte. Fa parte della nostra mission e oggi la rilanciamo con questo premio”.

Le tesi di laurea candidabili al premio in oggetto devono trattare in prevalenza uno dei seguenti argomenti:

  1. Modelli di sviluppo socio-economico dei territori montani
  2. Turismo, promozione e marketing delle aree montane
  3. Valorizzazione delle produzioni enogastronomiche delle aree montane, settore primario, agricoltura, filiere agroalimentari e gestione dei pascoli
  4. Agenda digitale, infrastrutturazione, digital divide e servizi smart nelle aree montane e interne
  5. Politiche di coesione, programmi comunitari, fondi e progetti europei per la crescita e il miglioramento dei servizi e delle attività socio-economico nelle aree montane
  6. Energia, green economy, risparmio energetico e pianificazione
  7. Rivitalizzazione dei borghi alpini e del patrimonio edilizio
  8. Servizi pubblici in particolare relativi a scuola, formazione, sanità, socio-assistenza, trasporti e loro declinazione nelle aree interne, anche alla luce della Strategia nazionale Aree interne (Snai)
  9. Gestione forestale, promozione delle risorse ambientali, piani di gestione delle risorse, riuso e riciclo di rifiuti e materiali, pagamento dei servizi ecosistemici-ambientali, decarbonizzazione, contrasto al consumo di suolo
  10. Economia circolare e industria 4.0 nelle aree montane
  11. Gestione dei rischi naturali, assetto del territorio montano, prevenzione del dissesto idrogeologico
  12. Ordinamento degli Enti locali, diritto amministrativo e legislazione in materia di pubblica amministrazione e aggregazioni sovracomunali.

Il bando è scaricabile al link:

http://www.uncem.piemonte.it/upload/619_10/UNCEM_premio_tesi_laurea_smart_valley_green_community.pdf