Grugliasco, domenica la corsa de “Il Palio della Gru”

Domenica il Palio della GruDomenica il Palio della Gru

GRUGLIASCO – Si terrà domenica 4 giugno l’annuale Palio della Gru, giunto ormai alla sua 34° edizione. Momento grande atteso dalla giornata, però, è la corsa dei carri alle 17,30, durante la quale le sette borgate di Grugliasco, si contendono la vittoria.

La corsa

Sono quattro i monatti, uno per ogni cantôn (borghi), che traineranno un carro, del peso totale di 65 kilogrammi, con la Gru, simbolo di Grugliasco. L’appuntamento è al parcheggio de Le Serre, luogo in cui i carri cercheranno, con una gara di velocità e resistenza, di aggiudicarsi il drappo cittadino e l’abbondanza contadina. Un pubblico, proveniente  anche da città vicine, assisterà non solo alla tradizionale corsa ma anche alla sfilata storica, che inizierà alle 15,30. Parteciperanno infatti i gruppi di Grugliasco, Zuccarello, Frossasco, Pianezza, Alpignano, Cuorgné, Bussoleno, Nichelino, Echirolles (Francia) e Kimberley (Gran Bretagna).

La storia del Palio

Le sue origini risalgono a diversi secoli fa, più precisamente al XVI secolo e al periodo in cui Grugliasco fu colpita dalla peste. La comunità fece così un voto a San Rocco così che intercedesse per far si che finisse la terribile epidemia. Fu forse un miracolo, ma la peste cessò. I grugliaschesi, mantenendo fede al voto fatto, fecero costruire una statua e una cappella dedicata al santo. Giunta da Torino, la statua arrivò in città il 31 gennaio 1599, giorno in cui ancora oggi si festeggia il patrono di Grugliasco. Il Palio della Gru deve le sue origini proprio a questo evento. Le manifestazioni e il palio iniziarono così con l’annuncio in tutti i borghi della fine della peste.