Grugliasco, Broglio della Lega contro Fatima

Grugliasco

GRUGLIASCO – Si è tenuto ieri sera, 3 luglio, il primo consiglio comunale di Grugliasco dopo le elezioni dell’11 giugno che hanno riconfermato il sindaco Roberto Montà. Durante la seduta alcuni consiglieri hanno fatto degli interventi, non solo per ringraziare coloro che li hanno votati, ma anche per esprimere i propri obiettivi. Non è mancato, però, il primo scontro, che ha dato il via ad un dibattito, coinvolgendo anche i cittadini presenti, da parte del consigliere della Lega Nord Claudio Broglio contro la consigliera del PD Fatima Chkeir.

L’attacco

Come Lega farò un’opposizione dura, netta ma leale. In questo consiglio comunale sarò la voce di coloro che mi hanno dato fiducia – ha commentato Claudio Broglio poco prima di tirare fuori un crocifisso -. Parlando di radici profonde mi sembra corretto ricordare a tutti che se può continuare la sua tradizione – continua riferendosi a Fatima Chkeir – è perché qui in Italia si può fare. Il crocifisso però fa parte della nostra tradizione”. La sua dichiarazione ha dato il via a fischi ed urla provenienti dal pubblico che ha sostenuto la giovane consigliera. In risposta è intervenuto Mario Alfiero che ha subito espresso la sua opinione. “Sono un cattolico e non ho nessun pregiudizio nei confronti di nessuno. Lo stato è laico, non ho nessun problema a sedermi qui vicino a Fatima”. La ragazza, 26enne, è stata eletta per la prima volta in consiglio con ben 149 voti. Nata a Catania da genitori libanesi, Fatima Chkeir, studentessa di farmacia, non è la prima volta che viene attaccata perché indossa il velo. Poco prima delle elezioni su Facebook era stata offesa proprio per la sua fede. A sostenerla, però, non solo diversi consiglieri, ma anche il sindaco Roberto Montà che le ha affidato una delega speciale all’integrazione.