Grugliasco, Mirko De Carli rimanda l’incontro con Lucianella Presta La candidata ha parlato del suo programma

Grugliasco, la candidata Lucianella Presta parla di alcuni punti del suo programmaGrugliasco, la candidata Lucianella Presta parla di alcuni punti del suo programma

GRUGLIASCO – Dopo Mario Adinolfi, Mirko De Carli doveva arrivare a Grugliasco martedì 6 giugno per incontrare e sostenere la candidata Lucianella Presta. A causa di alcuni problemi, però, il coordinatore dei circoli territoriali del Popolo della Famiglia non ha potuto partecipare alla serata. Nonostante ciò, Mirko De Carli ha solo rimandato l’incontro, perché arriverà in città dopo le elezioni. La candidata Lucianella Presta ha tenuto comunque l’incontro in sala consiliare per parlare di alcuni punti del suo programma, prima che la campagna elettorale si concluda, in vista delle elezioni di domenica 11 giugno.

Il programma

La candidata Presta e i suoi sostenitori hanno cercato di farsi conoscere in città, in queste ultime settimane, attraverso il contatto interpersonale. “La novità del Popolo della Famiglia è partire dalle esigenze della famiglia – dichiara Cristina Zaccanti -. Lo Stato ne riconosce un primato: dare vita a nuovi cittadini“. Lucianella Presta ha colto così l’occasione, offerta dalla serata, per parlare del suo programma. “Oggi non possiamo più stare a guardare. Abbiamo la necessità di dare voce a chi oggi non ce l’ha, a chi ha perso lavoro, chi vorrebbe avere figli, dare voce alle aziende che vorrebbero radicarsi nel territorio e sentono questa pressione. Di fronte alle esigenze concrete non si può rimanere a guardare. La prima cosa che vogliamo fare è aprire uno sportello del cittadino, dove poter parlare dei disagi e dei problemi“. Lo sportello del cittadino è il punto del programma su cui preme di più la candidata. Sebbene non abbia uno schema prefissato, verrà strutturato e verrà aperto in base alle varie esigenze dei cittadini. Attraverso dei volontari e dei database, la candidata si propone di ascoltare tutti coloro che ne hanno necessità, a partire dalle famiglie, ma anche anziani e aziende. “Creeremo una rete di volontari con delle specialità – prosegue la candidata -. Vogliamo svilupparlo. Diventeranno poi incontri mensili non solo con i singoli cittadini ma anche con i diversi gruppi. Vogliamo relazionarci con loro. Tutti i giorni percepisco le esigenze di Grugliasco”. La Presta cita infatti come esempio l’aiuto che sta prestando all’Isola che non c’è, i cui ragazzi parteciperanno a una gara di ballo nazionale a settembre. “Per noi questa è un’eccellenza. Ed è un esempio di come potrebbe funzionare lo sportello. La priorità è il cittadino”.