Grugliasco in festa per il Palio della Gru San Giacomo vince la corsa dei carri

Borgata San Giacomo festeggia la vittoria della corsa dei carri al Palio della GruBorgata San Giacomo festeggia la vittoria della corsa dei carri al Palio della Gru

GRUGLIASCO –  Un evento, che si conclude la prima domenica di giugno, che non delude mai. La 34° edizione del Palio della Gru ha riunito oltre cinquemila cittadini per osservare l’avvincente corsa dei carri. Una manifestazione che può ricondurre le proprie origini al XVI secolo ma che, la Cojtà Gruliascheisa ha rinnovato. I festeggiamenti sono iniziati il 27 maggio e si sono conclusi la prima domenica del mese, 4 giugno, con la corsa delle borgate. Dopo la rievocazione del voto a San Rocco, che salvò la città da un’epidemia di peste, c’è stata la 17° edizione del torneo di pallastraccia, vinto da borgata Gerbido, la 14° edizione del “Paliotto di San Rochet”, per finire con la sfilata del gruppo storico e la corsa dei carri. Durante la sfilata, però, oltre al gruppo di Grugliasco, hanno partecipato numerosi ospiti, tra cui Pianezza, Alpignano, Bussoleno, Frossasco, Cuorgnè, Nichelino, Zuccarello, Kimberly ed Echirolles.

San Giacomo vince la corsa

Dopo 19 anni borgata San Giacomo torna a trionfare al Palio della Gru. Uno spettacolo atteso dai numerosi cittadini, oltre cinquemila, tutti riuniti a Le Serre per osservare la corsa dei carri. Non sono bastate delle gocce di pioggia a fermare i corridori delle sette borgate di Grugliasco, che hanno trainato un carro di 65 kg lungo tutto un percorso, per aggiudicarsi la vittoria. Quattro monatti per ogni canton si sono sfidati per ottenere l’ambito risultato, raggiunto proprio da borgata San Giacomo, che non vinceva la corsa ormai dal 1998. Secondo classificato invece Centro Ressia, seguito da borgata Lesna, Santa Maria, San Francesco e Gerbido.  Grandi festeggiamenti, dunque, per i vincitori, premiati con il drappo, un quadro e l’abbondanza contadina.

Lo spettacolo pirotecnico annullato

Anche quest’anno si sarebbe dovuto svolgere al Parco Porporati lo spettacolo pirotecnico, per concludere in bellezza il Palio della Gru. A causa però del temporale, che ha colto improvvisamente la città, i fuochi d’artificio sono stati annullati. Per il secondo anno consecutivo, l’amministrazione aveva deciso di fare dei botti “ovattati”, per non spaventare animali e bambini. Due anni fa, infatti, nella clinica veterinaria di Grugliasco proprio a causa dello spavento provocato dai fuochi, due animali erano morti. Si era scelto dunque di ridurre durata, 20 minuti, e rumore, al di sotto di 86 decibel, con uno spettacolo piromusicale.

Questo slideshow richiede JavaScript.