I Cinque Stelle vogliono bloccare il nuovo Med di Cesana Colomb: "Da Torino 9 consiglieri possono decidere il nostro futuro turistico?"

colomb-med

CESANA – “La Città Metropolitana e la Città di Torino hanno il 52% della Fondazione XX Marzo e quindi gli impianti post Olimpici, così paradossalmente in Piazza Palazzo di Città possono decidere il nostro futuro turistico, il nostro futuro economico e in questo caso il nostro regresso – dice il sindaco di Cesana Lorenzo Colomb molto innervosito – non sanno neppure di ciò che parlano. Sono sbigottito della pochezza e distorsione della verità“. Oggi in Consiglio Comunale a Torino i Cinquestelle, (i consiglieri: Carretto, Amore, Curatella, Ferrero, Giovara, Gosetto, Iaria, Malanca e Chessa) hanno votato un documento contro il progetto di Club Med che a loro dire: “andrebbe a cementificare nuovamente l’area, costruendo edifici dal grande impatto visivo“. “Nulla di più falso – incalza Colomb- forse i torinesi non sanno che la struttura in stile montano occuperebbe solo il 50% dell’area già compromessa e il restante ritornerebbe alla natura. Qui si parla di un investimento che rimarrà di proprietà pubblica con un ritorno economico importante e posti di lavoro“. Un resort di lusso che a Cesana porterebbe un investimento iniziale di 80 milioni di euro e la creazione di 500 posti di lavoro. Un progetto fortemente voluto dal paese alto valligiano che l’ha approvato all’unanimità in Consiglio Comunale, dopo una favorevole consultazione cittadina, che i grillini adesso vogliono bloccare. Il sindaco Colomb ha chiesto con il presidente dell’Unione dei Comuni della Via Lattea  Valter Marin un incontro in tempi stretti con il sindaco Appendino.