I ragazzi del liceo Rosa possono “Ribellarsi a vent’anni” Gli studenti in convegno a Grugliasco

20151130_110117

SUSA-BUSSOLENO – L’Istituto Majorana di Grugliasco ha ospitato nel suo Auditorium un convegno dal titolo “Ribellarsi a vent’anni”, dedicato alla liberazione del 25 aprile di 70 anni fa. Nell’occasione sono stati invitati rappresentanti di istituti e licei, fra i quali il liceo “Norberto Rosa” di Susa-Bussoleno che è intervenuto con un’ottantina di persone tra allievi delle classi quinte, docenti, il preside professor Ciro Fontanello e i musicisti della banda musicale del liceo. Il convegno organizzato dal  Comitato regionale Resistenza e Costituzione e dal Comitato del colle del Lys che hanno aperto i lavori, presenti gli amministratori del comune di Grugliasco, ha visto gli interventi  del vicepresidente del Consiglio regionale Nino Boeti , della dirigente  dell’Istituto Majorana professoressa Tiziana Calandri, di Elena Cattaneo portavoce del Comitato del colle del Lys e di un partigiano sopravvissuto. Ogni scuola ha partecipato con un lavoro svolto in precedenza . Il liceo Norberto Rosa ha esposto materiale di ricerca sull’inizio della resistenza in Val di Susa, presentando la vita del partigiano Carlo Carli e la sua morte avvenuta nella primavera del  1944; dopo la morte, la 41° brigata partigiana ha preso il suo nome.  Durante il convegno, i musicisti della banda musicale del Norberto Rosa denominata “Fuori tempo”e diretti dal maestro Mario Orla, hanno rallegrato il numeroso pubblico proponendo noti brani partigiani come Bella ciao, Fischia il vento, Guardia alla frontiera, pezzi eseguiti con capacità e impegno al punto che il loro intervento musicale è stato poi richiesto per concludere in modo coinvolgente il convegno.