I sindaci dell’alta valle riuniti: “Con il Carnevale dobbiamo replicare il Natale” E' possibile fare economia a costo zero prevedendo 5 giorni di vacanza

IMG_8510

CESANA TORINESE – Si è riunito un tavolo di concertazione voluto dai sindaci dell’alta valle, dalle società che gestiscono gli impianti di risalita, dalle associazioni del commercio e dell’albergazione che ha avuto per tema la richiesta di un incontro con la Regione Piemonte. Il tema della proposta è allungare di qualche giorno le vacanze scolastiche del carnevale permettendo così alle famiglie di trascorrere in montagna non solo un fine settimana ma un periodo più lungo. Scrivono nel comunicato: “Sopratutto alla luce della pessima stagione invernale che stiamo vivendo, a causa delle improponibili condizioni metereologiche, alleviate solo in parte grazie alla grande opera di innevamento programmato messa in campo dai gestori e dagli Enti Pubblici, si rende sempre più indispensabile che i flussi turistici nel periodo di Carnevale, possano essere paragonabili a quelli delle vacanze Natalizie. Ciò può avvenire, a costo zero, prevedendo 5 giorni di vacanza da Scuola affinchè sia possibile, senza problemi scolastici,far trascorrere una Settimana Bianca a famiglie e ragazzi , sui territori montani Piemontesi. Una settimana di vacanza da scuola, tra l’altro, farebbe allineare la nostra Regione a quella che è ormai storia consolidata negli altri paesi Europei (vedi Francia, Gran Bretagna, Russia etc),ove da sempre a fronte di vacanze estive leggermente piu’ brevi, sono previste vacanze decisamente piu’ lunghe per i periodi invernali di Carnevale e Pasqua. Son certo che la Regione Piemonte sarà sensibile a questa richiesta della Montagna, che tra l’altro farebbe da volano positivo anche al mondo del lavoro e dell’occupazione, cosi’ fortemente penalizzato durante questa anomala stagione invernale. Il “prodotto” mare, ha la sua forza nelle lunghe vacanze estive scolastiche, la montagna, e sopratutto la montagna Piemontese , che copre tra l’altro il 52% del territorio Regionale, deve avere pari forza”. Presenti all’incontro il vice presidente del Consiglio Regionale Daniela Ruffino e l’onorevole Osvaldo Napoli che si faranno