Ieri secondo in libera oggi primo in SuperG: Mattia Casse trionfa agli Italiani assoluti di sci alpino L'Atleta di Oulx delle Fiamme Oro conclude al meglio la sua miglior stagione da professionista

Mattia Casse  qui a Beaver Creek in Coppa del Mondo 
(Foto FISI)Mattia Casse qui a Beaver Creek in Coppa del Mondo (Foto FISI)

SELLA NEVEA – Sulle nevi delle Alpi Giulie,  Mattia “Casselot” Casse, si è aggiudicato il titolo italiano di SuperG. Il poliziotto di Oulx, figlio d’Arte di Alessandro Casse, mitico re del Kilometro Lanciato, già autore di una ottima stagione in Coppa del Mondo, ha sbaragliato la concorrenza sulla Pista del Monte Canin, ai confini con la Slovenia.

Pista che conosce molto bene, avendo seguito gli studi presso lo Ski college Bachmann di Tarvisio. “Casselot” ha preceduto di 0″26 Guglielmo Bosca e di 0″54 Luca De Aliprandini. Peter Fill chiude quarto a 0″59.

Un trionfo che si aggiunge al secondo posto conquistato ieri in libera dietro Christian Innerhofer che ha tagliato il traguardo con un vantaggio di 71 centesimi su Mattia.

Quest’anno il superG è la specialità che ha dato più soddisfazioni a Mattia, un ragazzo che ha la velocità nel DNA: “Ho trovato più costanza nei miei allenamenti e nel ritmo gara, un po’ più di tranquillità e questo ha fatto si che i risultati siano arrivati.”  Il primo piazzamento nei primi 10 in Coppa a dicembre e il quarto posto con podio sfiorato per una manciata di centesimi  a Beaver Creek. Casse ha già nel suo palmarès un titolo italiano assoluto, conquistato nel 2011 in Supercombinata e un Mondiale in libera da Juniores.