Il bue grasso per il “Cinema in verticale”

cinemaverticale

VILLARDORA – Sarà uno degli animali e dei piatti tipici regionali il protagonista della decima tappa della rassegna cinematografica dedicata alla montagna e alle sue tradizioni. L’ottava edizione di “Cinema in verticale”, l’evento inserito nell’ambito del ventesimo “Valsusa Filmfestiva”, si sofferma sul bue grasso, con una pellicola di Stefano Rogliatti dal titolo “Vad l’ beu”. Un documentario che ripercorre i sapori, gli odori, la terra, le storie degli allevatori che danno sostentano il sovrano dell’agricoltura e della tavola piemontese, celebrato in particolare nella sua patria, la provincia di Cuneo. Alla proiezione di sabato, alle 21 presso il salone del centro sociale di via Pelissere 16, saranno presenti, oltre all’autore del documentario,  molti allevatori valsusini che ben conoscono i pregi del bue grasso, re di molte fiere bovine. Rogliatti ha visitato non solo le fiere boarie di Nizza Monferrato, Montechiaro d’Acqui, Moncalvo e Carrù, ma anche le stalle dove vive il gigante da 15 quintali, intervistando gli allevatori, i macellai, i cuochi e i consumatori per seguire tutti i frammenti di vita che girano intorno al bue. Inevitabili i riferimenti al vate di quelle terre, alle atmosfere di Cesare Pavese. Una serata per immergersi in una delle più genuine e celebri tradizioni piemontesi, piacere non solo per la mente, ma anche per il palato, con un originalissimo vernissage a base di bollito di bue grasso, offerto in degustazione agli ospiti dell’evento.