Il Bussoleno 2000 pareggia 0-0

Bussoleno calcioBussoleno calcio

BUSSOLENO. Il Bussoleno 2000 pareggia 0-0 sull’ostico campo del Pianezza ma alla fine dei novanta minuti sono gli ospiti ad avere le maggiori recriminazioni per non aver por-tato a casa il successo pieno.

Mister Igutra, privo dello squa-lificato Betti, ripropone gran parte della formazione della prima giornata, puntando mol-to sulla solidità della rodata re-troguardia e sulla verve offen-siva della coppia Redavid Balsamà. Il primo tempo è un monologo valsusino: i ragazzi del presidente Tolotti sono concentrati e decisi a riscattare i due punti persi in casa contro 1’Esperanza. Il più pericoloso si conferma Redavid: il numero dieci gioca più di un pallone pericoloso, aiutato dagli esterni Fazzari e Tirinzio. Su un’invenzione di quest’ultimo, Bal-samà spreca una ghiotta occa-sione al quarto d’ora. In una partita difficile per gli avanti pianezzesi, a salire in cattedra è il portiere Verdicchio, sostituto dell’esperto Incardona, che in almeno tre circostanze salva la sua porta; in particolare, il nu-mero uno locale si supera su un tiro a colpo sicuro di Redavid al 24′ . Nel finale di tempo tor-nano a farsi vedere i rossoblù ma le conclusioni di Sena e Sec-cia peccano di incisività. Nel-la ripresa i padroni di casa, probabilmente strigliati da mister Cocino, entrano in campo più determinati , anche se il pallino del gioco resta sempre in mano al Bussoleno 2000. All’8′ giunge la potenziale svol-ta della gara: Navarra è espulso per atterramento da ultimo uomo ai danni di Balsamà. No-nostante la superiorità numerica, i bussolenesi non riescono a trovare la via del gol e in contropiede rischiano anche la bef-fa: Lombardo alla mezz’ora calcia a botta sicura ma Addari si supera e mette in angolo. Entrambe le compagini, prima del triplice fischio finale, sfiorano il colpaccio. Al 40′ il pia-nezzese Marino s’incunea in area e calcia ma il tiro è impreciso; due minuti più tardi Ve-trò (subentrato a Fazzari) ha sui piedi la palla dei trepunti, la conclusione dell’ex Don Bosco Rivoli, però, termina di poco a lato.