Il CAI di Giaveno dedica una serata al ricordo delle feste di una volta Un racconto delle feste tradizionali di quando ci si divertiva con poco

CAI Giaveno

GIAVENO – Si è svolto nella serata di mercoledì 2 marzo, presso la sede del Club Alpino Italiano- sezione di Giaveno, l’evento “Fè festa, cantoma, foma baldòria – Quando ci si divertiva con poco”. La serata è stata interamente dedicata al ricordo delle “feste di una volta” e di come un tempo bastassero le cose più semplici a rendere festoso un momento, come una nevicata, una merenda a base di pane burro e zucchero o dello zabaione preparato dalle mani di mamme e nonne. La serata è stata introdotta da Alessandra Maritano, la quale ha sottolineato l’importanza di riscoprire e le nostre radici e tradizioni. A fare da protagonisti sono stati Michele Bonavero – autore del Centro Studi Piemontesi – e lo scrittore e poeta Fabrizio Livio Pignatelli, i quali hanno proposto ai partecipanti racconti e riflessioni sulla visione della festa nella cultura tradizionale, il tutto in dialetto piemontese. “La festa,  dal battesimo al matrimonio, finanche alla meno gioiosa circostanza del rito funebre, è stata da sempre un momento di condivisione, occasione per stare insieme, come la “vijà”. Inoltre una volta anche solo mangiare la polenta era motivo di festa, oggi al contrario fare festa è una scusa per mangiare.” I due autori hanno letto brani di prosa e poesia legati dal comune denominatore del concetto di festa, pescando dai cassetti della memoria ricordi del passato, inevitabilmente raffrontati alla vita odierna. A deliziare gli avventori sono inoltre state le accattivanti note di Beppe Novajra, chansonnier che ha attualizzato melodie tradizionali con testi divertenti richiamanti la vita moderna. Prossimo appuntamento del CAI di Giaveno sarà – nel contesto del ciclo Cinema in Verticale- la presentazione del film “Dell’amore e dell’alpinismo, la storia di Ninì”, vincitore della 63^Genziana d’oro, che si terrà giovedì 3 marzo presso la sede di P.zza Colombatti 14. Il 9 marzo si terrà invece l’Assemblea dei soci.