Il centro storico di Giaveno si colora “sotto un cielo di ombrelli” Musica, cucina piemontese, shopping e artigianato sabato 30 e domenica 31 luglio in via Umberto e via XX Settembre

sotto un cielo di ombrelli

GIAVENO – Ombrelli appesi a creare un cielo colorato, ombrelli personalizzati  e decorati secondo l’estro  dei commercianti  a segnare la via, negozi e caffè, ombrelli  come  biglietto da visita  per far parte di una “community” reale  che vuole fare festa, incontrarsi e  trascorrere del tempo in un’atmosfera nuova, originale e brillante.  Ombrelli fluttuanti  sopra la testa per rendere più suggestiva la passeggiata e lo shopping. A questo e a molto altro hanno pensato gli organizzatori di “Sotto un cielo di ombrelli” – la due giorni in programma nel centro storico di Giaveno sabato 30 e domenica 31 luglio – la Città di Giaveno, Assessorato al Turismo e Spettacolo e Assessorato al Commercio,  Fulvio Oberto (delegato  alla direzione artistica delle manifestazioni), il Gruppo Alpini Giaveno-Valgioie che collaboreranno alla conduzione della manifestazione e i commercianti e i titolari di pubblici esercizi di via Umberto I, via XX Settembre e del Centro Storico alto che hanno aderito  e  concorso con idee e suggerimenti a definire il programma. L’idea  originale per il territorio vedrà come cornice scenica gli ombrelli, oltre 500 a  coprire e a far scoprire fra l’uno e l’altro il cielo e  secondo  canali visivi diversi a proporre   scorci di abitazioni  del cuore di Giaveno.   Una cornice di  ombrelli  mono colore e  ombrelli arcobaleno, a  dare allegria e a  caratterizzare un pomeriggio o una sera da trascorrere  con  piatti tipici della cucina piemontese preparati dagli Chef Alpini, accompagnati da un gelato, un caffè, una bibita fresca, della frutta di stagione da consumare nei locali del centro, aperti per vivere insieme al pubblico un fine settimana particolare. La cucina sarà aperta  nella serata di sabato 30 e a pranzo e cena domenica 31 luglio e proporrà  fra altri piatti, cipolle ripiene, acciughe al verde, tomini, formaggio. Ombrelli  a riparare dal sole e  a dare ombra ai visitatori,  ombrelli    come installazione artistica   da catturare in un selfie. Nella due giorni  ci saranno  eventi culturali, artisti di strada, espositori  e il mercatino dell’artigianato di “Una storia tra le mani”. Un evento nell’evento, “Una storia tra le mani” è infatti artigianato artistico autoprodotto, realizzato da artigiani ed artisti che portano in piazza i loro prodotti e i loro laboratori. La manifestazione verrà inaugurata sabato 30 luglio alle 18. All’interno del programma, l’esposizione fotografica “Giaveno … c’era una volta”, all’imbocco di via Umberto I  a cura della Città di Giaveno, “Noi e i nostri animali … similitudini e differenze” mostra fotografica  e “Caffè Letterario” a cura di  Caffe delle Arti e Isola del Libro, “Isola Benessere” in via XX Settembre a cura di Fashion Group, e in piazza Sclopis mostra di opere artistiche a cura di  Altra Cultura, cantiere di opinioni e di azioni. Ci sarà anche uno spazio dell’Associazione “Fuori di Clown”. Dalle 21  sia sabato che domenica due appuntamenti con la musica da non perdere. Offerto e a cura del Gran Caffè Roma sabato 30  in piazza San Lorenzo  concerto  dei “i60Beat”. Domenica 31 luglio all’imbocco di via Umberto I esibizione delle danzatrici di ArteInMovimento e concerto del Gruppo Cameristico Alchimea. “L’idea   propostaci da Fulvio e da Daniele Bertolucci è molto bella e  possiamo dire, pur incontrando alcuni problemi come è normale  che accada, che è stato anche bello  lavorare a questa idee per presentare a Giaveno, nel nostro centro storico,  per la prima volta un’iniziativa del genere, trovando partecipazione e molto entusiasmo da parte dei commercianti e titolari di attività,  –  commenta l’Assessore Marilena Barone  che con  Saverio Scalise Consigliere delegato al Centro Storico  e Fulvio Oberto sta seguendo da mesi l’organizzazione di “Sotto un cielo di ombrelli”. – Posso dire che abbiamo avuto una disponibilità e una collaborazione corale, dei negozi e dei bar, degli Alpini, dell’associazione Commercianti Unarco, dei Volontari della V.A.B., di gruppi, di privati cittadini e di imprenditori. Veramente di tanti. Ora non ci resta che accogliere i visitatori e i turisti.” “Desidero ringraziare la V.A.B. per il grande servizio di montaggio e di smontaggio che farà, tutto a titolo gratuito  – aggiunge Fulvio Oberto –  E anche il Dott. Enrico Valle della ditta Acla di Rivalta di Torino che ha messo a disposizione il cestello per le operazioni di sistemazione degli ombrelli, e che da tempo si adopera molto volentieri nell’aiutare la realizzazione delle iniziative fatte dal Comune. Ringrazio anche  l’Assessore all’Urbanistica Ermanno Neirotti, il personale comunale interessato e coinvolto nell’organizzazione, l’Ufficio Socio Scolastico con il dottor Luca Gerbino e i ragazzi del servizio civile, la Dott.ssa  Alessandra Maritano dell’Ufficio di Staff del Sindaco, la Polizia Municipale con la Comandante Gianfranca Marotta e i vigili e l’elettricista dei Lavori Pubblici Riccardo Parenti, e tutti coloro che hanno dato una mano”. “Con questa due giorni arricchiamo ulteriormente il panorama degli appuntamenti estivi e l’offerta turistica con una iniziativa che combina bene clima di festa, artigianato, cultura ed enogastronomia –  evidenzia il Sindaco Carlo Giacone – . Un evento che  renderà ancora più speciale il  centro storico  e “colorerà” le attività commerciali, i locali, gli spazi e la gente”.