Il comitato Ospedale di Susa in Regione Batzella:"Saitta non ha risposto alle nostre domande"

ospedale susa 6

TORINO- Questo pomeriggio in Commissione Sanità una delegazione del comitato cittadino in difesa dell’ospedale di Susa di e’ presentato per chiedere al Consiglio Regionale e all’Assessore alla Sanità Saitta la riattivazione del pronto soccorso pediatrico, ostetrico e ginecologico presso l’ospedale.Dice la Consigliera Batzella:”Ricordiamo che il comitato ha raccolto e presentato presso gli uffici regionali 10 mila firme di cittadini della Val di Susa proprio per esigere il diritto all’assistenza a donne e bambini in caso di urgenza ed emergenza. Con la chiusura del punto nascite dell’ospedale di Susa, avvenuto il seguito al riordino della rete ospedaliera“. Il comitato ha raccontato in modo esauriente e preciso le vicissitudini che si sono susseguite negli anni e denunciato la carenza di servizi essenziali a donne e bambini di un territorio montano e di area disagiata come quello della valle di Susa. L’Assessore Saitta si è presentato in Commissione al termine dell’audizione e non ha aperto il dialogo. Chiude la Batzella:”Continueremo a sostenere le proposte dei cittadini Valsusini e restiamo in attesa di discutere la mozione a 5 Stelle che chiede alla Giunta regionale il ripristino di figure specialistiche come il ginecologo, il pediatra e l’ostetrica, 24 ore su 24 presso il pronto soccorso dell’ospedale di Susa per garantire l’assistenza in caso di urgenza e emergenza”.