Il comune di Bruzolo ha chiesto 20 milioni alla TAV per il Castello

bruzolo castello 1

BRUZOLO. Il castello di Bruzolo era al centro di una contesa economica riguardante i fondi delle compensazioni dell’Alta Velocità? A sentire le parole del sindaco Chiara Borgis sembra di si. Ha scritto il primo cittadino: “Avevamo chiesto 20 milioni di euro dai fondi Torino-Lione ma nessuno di questi “grandi” ci ha telefonato. Bruzolo nei giochi dei grandi politici conta come il due di picche“. La richiesta era davvero importante, come dire: chiedere troppo per non ottenere e magari cavarsi dall’impiccio di essere tra i primi comuni a rispondere si alla sirene della TAV.  La Borgis è comunque ottimista: “L’importante è che sia un progetto funzionale e che i tempi del restauro non si allunghino troppo. I proprietari privati stanno ancora aspettando i soldi“. Adesso il maniero è dello Stato e grazie alla Soprintendenza sarà oggetto di lavori per più di due milioni di euro.