Il corteo No Tav verso Venaus Migliaia di persone in corteo

14495665577661054461642

SUSA – Era l’8 dicembre del 2005, giusto dieci anni fa, quando un corteo partendo da Susa arrivò fin sul limite del comune di Venaus dove un blocco delle forze dell’ordine fermò i dimostranti. Nel paese della Val Cenischia c’era il primo cantiere della costruenda linea ferroviaria ad Alta Velocità Torino Lione. Fu quel giorno, probabilmente, l’iniziare della protesta di massa contro un progetto che a qui tempi sembrava non dovere partire mai. Oggi i cantieri sono a La Maddalena di Chiomonte, dove giorno dopo giorno viene scavato il tunnel geognostico che raggiungerà la lunghezza di 7 chilometri e mezzo, e in Francia a Saint Martin La Porte a La Praz. In corteo ci sono i sindaci della bassa valle, molti amministratori, associazioni e tante famiglie. Striscioni, bandiere, cartelli, ognuno ha il suo modo di rappresentare la protesta, tutti sfilano per le strade di Susa.

Gli amministratori al corteo No Tav

Gli amministratori al corteo No Tav