Il GIS di Bardonecchia, 25 anni di volontariato

bardonecchia sant'ippolito 2

BARDONECCHIA. Il GIS (Gruppo Intervento Sociale) ha compiuto venticinque anni di attività e domenica 25 settembre volontari e simpatizzanti si sono ritrovati per festeggiare in amicizia questo ragguardevole traguardo di solidarietà. L’associazione, è facilmente riconoscibile dal suo logo: due mani che stanno per stringersi. Nel lontano 1991, i suoi fondatori, si erano posti come obiettivo principale quello di alleviare la solitudine delle persone anziane, rimaste senza famiglia. Ma, poi, sopraggiunsero altre priorità, come quella del trasporto degli anziani e disabili presso ospedali e centri sanitari per cure mediche e terapie. L’associazione iniziò, quindi, questa attività con un pulmino di seconda mano, guidato a turno da poche persone, ma animate da tanta volontà. Ad oggi i volontari sono cinquantacinque, di cui quaranta autisti, che per tutto l’anno, ogni giorno, effettuano trasporti su tre mezzi, di cui due attrezzati con pedana auto caricante per disabili. Dall’ultimo dato risalente a fine 2015, i trasporti sono stati ben 740, di cui il 10% a favore dei cittadini di Oulx. Per più di vent’anni il presidente è stato Claudio Bugatti che con la sua tenacia ha dato un’impronta di serietà e puntualità. L’associazione, registrata come Onlus è autogestita e riceve annualmente un contributo dal Comune, le cui amministrazioni, che si sono succedute, hanno sempre avuto un occhio di riguardo nei confronti di questa nobile attività. La festa è stata benedetta da una solenne S. Messa, celebrata in S. Ippolito e officiata dal parroco Don Franco, che ha espresso parole di elogio a tutti i volontari, non solo del GIS, ma anche di altre associazioni intervenute, come l’Oftal, la Croce Rossa, la Caritas, gli Alpini, l’Avis e i Vigili volontari del Fuoco. Si è proseguito con un gran pranzo preparato dallo chef Paolo Romano, seguito da una monumentale torta confezionata da Franco Ugetti. Non sono mancati i discorsi ufficiali, pronunciati dal sindaco Francesco Avato con il suo assessore Piera Marchello, dall’attuale presidente del GIS Franca Allizond e dal presidente onorario Claudio Bugatti, che ha ricordato anche tutti i volontari defunti che hanno profuso tante energie all’associazione. La giornata è terminata con un gran ballo che si è protratto fino a sera.