Il Palio di Avigliana va al Borgo Paglierino Un incidente blocca i cavalli di due contrade

(foto Paolo Borea)(foto Paolo Borea)

Fotografie di PAOLO BOREA

AVIGLIANA – Un Palio bello, con tanti figuranti e un’organizzazione come sempre puntuale e convincente. Prima la sfilata per le vie della città , medioevale nella storia e nelle architetture, poi ecco i borghi al campo di gara. Un gara che affonda le radici nel 1389 quando Valentina Visconti, figlia di Gian Galeazzo Visconti della nobile e notissima famiglia milanese, passò per Avigliana. L’imponente corteo, al suo seguito, l’accompagna in Francia a conoscere il suo sposo, Luigi di Turenna fratello del re di Francia, che lei aveva sposato per procura due anni prima. Alla testa del corteo c’è Amedeo VII di Savoia, detto il Conte Rosso, e il principe di Acaja. La leggenda aggiunge che in quell’occasione si svolge una grande festa, durata più giorni, cui partecipano tutti i nobili della zona e che si conclude con un torneo di giochi e corsa dei cavalli finale. E se è vero che la città, un tempo, era suddivisa in Borghi che, pressappoco, portavano i nomi attuali e avevano le stesse caratteristiche, si deve precisare che è il lavoro, svolto dalle varie associazioni e dai semplici cittadini che in tutti questi anni si sono occupate di palio, ad aver costruito questa festa che ogni edizione che passa cresce e si arricchisce sempre di più. Veniamo alla cronaca. Il pomeriggio si è aperto con la prima gara, quella del tiro con l’arco che serve, da regolamento, ad assegnare la posizione di partenza della corsa dei cavalli. Sant’Agostino ha vinto la prova poi a seguire il Vecchio, Drubiaglio, il Nuovo, Paglierino e Pertusera.  Dopo la prova del tiro con l’arco, alla manifestazione si è unita anche la corte del Conte Verde, Amedeo VI di Savoia, con la sua associazione “Nella terra dei cavalli”, che colorano il pomeriggio con spettacoli equestri. Arriva però la notizia che non parteciperanno alla gara borgo borgo Sant’Agostino e Borgo Nuovo perché i cavalli sono rimasti feriti in un incidente stradale.  Alla gara così hanno partecipano solo quattro borghi: Vecchio, Drubiaglio, Paglierino e Pertusera. Dopo l’avvincente giostra, seguita con tifo dal pubblico, è il Borgo Paglierino che vince la gara e il Palio 2016.