Il presidente della Pro Loco Oulx sull’amministrazione: “Valuterò se ricorrere alle opportune sedi per tutelare il sottoscritto, l’associazione e la mia editrice” Soldi che arriveranno e la sede con le altre associazioni il tema della discussione

pro loco

OULX – Sui contributi e sull’uso della sede a Oulx si è aperta una querelle molto importante tra l’amministrazione e un’associazione. Parliamo dell’Associazione Turistica Pro Loco (che non risulta iscritta nell’albo dell’UNPLI) che reclama contributi annunciati e non ancora versati e il cambio di sede che sarà con le altre associzioni del paese. Tutto si è svolto tra mail certificate, interrogazioni in Consiglio Comunale e risposte ufficiali.

Il sindaco Paolo De Marchis chiarisce che la Pro Loco, in generale, è un soggetto importante per il territorio come del resto lo sono tutte le associazioni che contribuiscono allo sviluppo ed alla crescita del paese e delle sue frazioni e non solo per le manifestazioni estive. Il primo cittadino ha detto a più riprese che la strategia da sempre seguita dalla sua amministrazione è quella del sistema cooperativo nel quale tutti gli enti lavorando insieme, costruiscono percorsi condivisi che riguardano anche la programmazione turistica. Sulla questione economica dagli Uffici Comunali chiariscono che i ritardi sono dovuti a nuove procedure e non a scelte; quindi i contributi arriveranno. C’è poi la questione della sede fino ad oggi utilizzata dall’associazione. “C’è la possibilità di avere locali comunali condivisi presso la “Casa delle Culture” in via Vittorio Emanuele 24 in uno spazio dedicato a tutte le associazioni del territorio, con orari stabiliti e ad uso esclusivo per le attività di programmazione della Pro Loco – ha detto De Marchis – perchè avere una sede legale è una richiesta pertinente mai negata, in spazi condivisi con orari stabiliti ad uso esclusivo“.

E l’Associazione Turista Pro Loco? Comunicata la sua posizione con una prima mail il 7 luglio, poi un’altra il 27 luglio quindi con una terza l’8 agosto. In quest’ultima ci sono commenti specifici riguardo il sindaco e il vice sindaco Paolo Terzolo. Sull’intervento del sindaco in Consiglio Comunale ha scritto il presidente dell’associazione: “Per quanto riguarda alcune illazioni a carattere diffamatorio espresse dal sindaco e messe a verbale, valuterò se ricorrere alle opportune sedi per tutelare il sottoscritto, l’associazione e la mia editrice“. C’è anche un commento sul comportamento del vice sindaco: “Rispetto alle stupidaggini espresse invece dal vicesindaco Terzolo, anche queste messe a verbale, mi pare che si commentino da sole. Stupidaggini, appunto, che destano perplessità soprattutto perché espresse da un persona eletta e che a Oulx fa pure il vicesindaco, denotando la sua incompetenza”.

lettera pro loco 8 agosto 2016