Il Sindaco Cimarella e il Commissario Foietta insieme sui siti di sondaggio geognostico a Buttigliera Alta "Tutto si sta svolgendo regolarmente senza alcun disagio per i residenti. Siamo qui per ringraziare i tecnici e le FF.OO. che con professionalità svolgono il loro compito"

Alfredo Cimarella e Paolo Foietta su un sito di sondaggio a Buttigliera Alta (Foto Marco CicchellI)Alfredo Cimarella e Paolo Foietta su un sito di sondaggio a Buttigliera Alta (Foto Marco CicchellI)

BUTTIGLIERA ALTA – Nel corso della mattinata il Sindaco di Buttigliera Alta,  Cimarella ha accompagnato il Commissario di Governo di per la Nuova Linea Torino Lione Paolo Foietta sui sito di sondaggio geognostico che i tecnici incaricati da RFI stanno rapidamente terminando.Le trivelle sono discretamente sorvegliate da personale delle Forze dell’Ordine, ma a parte un tentativo notturno da parte di una quarantina di antagonisti dei centri sociali torinesi e qualche attivista della Valle di avvicinarsi ai lavori, peraltro respinto rapidamente, dopo un paio d’ore di schermaglie, tutto si svolge con la massima tranquillità.  Il personale della ditta che svolge i lavori è immerso nel verde fra alberi e campi, quasi  in un’altra realtà rispetto al traffico della Statale e della Ferrovia, che pur distano poco più di 500 metri. Boschi nei quali oltre ai soliti cinghiali, in più c’è qualche Carabiniere dei Cacciatori di Sardegna, impegnati proprio a filtrare eventuali intrusioni.

“Chi ha tentato di disturbare i lavori ieri notte sono poche persone del tutto estranee al tessuto sociale di Buttigliera – spiega Alfredo Cimarella –  anzi, devo dire che oggi sono qui per ringraziare i tecnici che stanno operando, perché si tratta di prospezioni che già agli albori della progettazione, dopo aver consultato anche la popolazione, avevamo richiesto proprio come amministrazione. Tanto che abbiamo inviato a suo tempo un documento ufficiale all’Osservatorio in cui indicavamo la valutazione attenta di una serie di elementi di criticità per la salvaguardia del territorio, a partire dal sito di Sant’Antonio di Ranverso e alla qualità ambientale e paesistica della collina morenica.   Noi stessi avevamo infatti chiesto che fossero svolti dei sondaggi proprio per garantire il territorio che l’opera pubblica fosse fatta nel modo  più idoneo e nel luogo migliore. Quello che mi spiace è dover constatare che il dispositivo di sicurezza distoglie personale di polizia da altri incarichi, ma dopo due tentativi purtroppo interrotti questa è parsa l’unica soluzione. Complimenti a loro per come stanno lavorando, e un  grazie alla Questura e tutti gli Agenti e Carabinieri impiegati. Perché quello è più importante per un Sindaco è che sul proprio territorio nessuno si faccia del male. tanto più per un semplice sondaggio tecnico. Che poi sono ordinaria amministrazione. Noi per solo una scuola di sondaggi simili ne abbiamo fatti sette / otto.”

Sindaco, due giorni fa a Rivalta per un analogo sondaggio si è parlato non solo di “militarizzazione del paese” ma anche di cittadini “terrorizzati”. Lei ha avuto proteste?

“Ma assolutamente no. I residenti hanno capito e compreso che tutto questo dipositivo è  anche a loro tutela: tutto sommato per dirla correttamente si tratta di subire in pochi punti del Comune un piccolo disagio alla circolazione che vale la pena sopportare.” 

Architetto Foietta, che fa lei qui oggi? Ispeziona il “campo di battaglia”?

“Non scherziamo troppo con questi termini. Come Commissario di Governo ho voluto rendermi conto di persona di quella che qualcuno vsa dicendo essere la “militarizzazione del territorio”. Mi pare invece che a Buttigliera ci sia assoluta tranquillità. Stiamo facendo i sondaggi per il progetto, questo è opportuno dirlo. Non si tratta di realizzazione dell’opera, ma per fare un progetto servono i sondaggi, soprattutto per quello che riguarda il sottosuolo.  Ne abbiamo già completati una quarantina e questi potrebbero anche essere gli ultimi. Saranno geologi e ingegneri a dircelo. In linea di massima comunque l’idea progettuale preliminare della tratta nazionale della Torino – Lione vede il passaggio circa 50 metri sotto questo terreno. Tutto quello che vediamo oggi qui intorno non verrà né alterato né tantomeno distrutto come qualche catastrofista afferma sventatamente.”

Foietta ha poi – checché possa obiettare – “passato in rassegna” sia il personale della Ditta che Poliziotti e Carabinieri al momento impegnati nel controllo dell’area, chiacchierando un po’ con tutti.

“Vi devo ringraziare tutti, a nome personale e del Governo. Il fatto che sia a Rivalta sia qui a Buttigliera non sia accaduto nulla di spiacevole e nessuno si si fatto male, neppure fra gli antagonisti pìù “agitati” lo si deve al vostro grande impegno di alta professionalità. E’ un grande risultato, rispetto ai fatti del 2011-2012 in cui molti voi forse erano anche presenti. Le azioni mosse nei confronti di sta lavorando alla progettazione svolgendo i sondaggi sono comunque opera di sempre meno soggetti e sempre ad opera degli stessi volti noti.”