In autostrada non paga il pedaggio, la benzina e ruba due cellulari Un tunisino residente in Francia è stato arrestato dalla Polizia Stradale di Susa

area servizio salbertrand 3

SALBERTRAND – Il 27 ottobre scorso nel primo pomeriggio, presso l’Area di Servizio Gran Bosco Est dell’Autostrada A32 Torino-Bardonecchia il 33enne tunisino Zaalouni Haykel, residente in Francia, dopo aver rifornito di carburante la sua vettura è entrato nel negozio del distributore Esso per pagare.  Ha messo sul tavolo una carta di credito prepagata, peraltro priva di denaro sul conto, e con velocità è riuscito a rubare due smartphone Samsung da  un espositore. Poi con una scusa è uscito dal market e per non insospettire il personale nel negozio, ha lasciato “come garanzia” la propria carta di credito.  Salito velocemente in auto ed è fuggito verso Torino, insieme a due connazionali.

La dipendente del distributore Esso ha subito dato l’allarme, chiamando la polizia stradale di Susa: una pattuglia si è quindi posizionata presso la barriera di pedaggio di Avigliana, in direzione Torino, per attendere il veicolo e bloccare la fuga. Alle 15.10, l’auto con a bordo il ladro è arrivata a ridosso della barriera di Avigliana, ma si è accodata ad un altro veicolo che stava passando nella pista Telepass, per evitare così così il pagamento del pedaggio. I poliziotti sono riusciti comunque a sbarrargli la strada.  A seguito della perquisizione dell’auto, gli agenti hanno trovato i due telefonini rubati. L’uomo ha ammesso subito la sua responsabilità ed è stato arrestato; sarà processato con giudizio direttissimo al Tribunale di Torino, con l’accusa di furto aggravato.