In cammino nelle praterie valsusine Presentato a Berlino il progetto Life Xero-Grazing

BUSSOLENO. Il team del progetto Life Xero-Grazing “Conservazione e recupero delle praterie xero-termiche della Valle di Susa mediante la gestione pastorale” ha partecipato al First Annual Congress of the International Land Conservation Network a Berlino, dal 19 al 21 ottobre. Il guardia parco Luca Giunti insieme a Alessandra Gorlier del Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari dell’Università di Torino e a Belén de Novoa di D.R.E.Am. Italia  hanno portato l’esperienza del progetto valsusino in corso di sviluppo nelle praterie seminaturali xero-termiche della Valle di Susa al primo congresso ILCN. “Esperienza stimolante e molto interessante” racconta Luca Giunti “il nostro Life ha ricevuto i complimenti di Angelo Salsi, capo unità della direzione generale ambiente responsabile del Programma LIFE e di altri dirigenti europei”. Obiettivo del progetto: conservare e recuperare circa 20 ha di habitat prioritario degradato dall’invasione di alberi e arbusti e instaurate una gestione conservativa su circa 83 ha di praterie xerotermiche. Il progetto è stato invitato al congresso perchè ritenuto tra i più significativi a livello europeo per la salvaguardia del territorio con il coinvolgimento di privati. Il Congresso ILCN è occasione per creare know-how e condividere le migliori pratiche, competenze e capacità per creare leadership organizzativa e capacità operativa; riunisce professionisti, innovatori ed esperti, nel settore della conservazione del “terreno privato”, provenienti da tutta Europa oltre che da Nord, Centro e Sud America, Africa, Asia e Oceania.

w4z9vgw