In montagna: bracconaggio, avvelenamenti ed esche avvelenate Un convegno per salvaguardare il territorio montano

archettiuccellagione2

Il progetto LifeWolfAlps si è occupato venerdì 11 dicembre, del tema “Bracconaggio, Avvelenamenti ed Esche avvelenate: nuove conoscenze, monitoraggio e misure di contrasto di un fenomeno sottostimato” con una giornata-convegno a Milano presso la Sala Pirelli della Regione Lombardia. L’incontro è seguito in videoconferenza dalla sede dei Parchi Alpi Cozie di Salbertrand e dal Parco del Marguereis. I temi trattati nella giornata sono poco conosciuti e raramente portati alla luce del grande pubblico. Avvelenamenti e uso di esche avvelenate sono pratiche dannosissime per l’ecosistema e pericolose per l’uomo e gli animali domestici. Il convegno ha l’obiettivo di fornire un quadro dettagliato, purtroppo allarmante anche se sottostimato, dell’uso del veleno e delle sue conseguenze sulla fauna, in particolare, sulle specie di mammiferi, come il lupo, e rapaci minacciati. I contributi di numerosi relatori consentono di illustrare le diverse misure di contrasto che vengono messe in atto in Italia e che sono state attivate nell’ambito del Progetto LIFE Wolfalps. La prima sessione del convegno è dedicata ad illustrare le conoscenze sviluppate nell’ambito del Progetto LIFE Wolfalps, per potere comprendere al meglio il poco conosciuto fenomeno sull’arco alpino italiano. La seconda sessione del convegno è dedicata ai metodi di contrasto recentemente utilizzati con particolare riferimento all’Italia ed agli Enti preposti a tale contrasto. Il convegno è rivolto in particolare ai soggetti competenti in materia di tutela della biodiversità e della fauna selvatica, anche in riferimento agli aspetti di gestione sanitaria e agli enti preposti alla gestione e sorveglianza del territorio.