Incidente di Condove, arrestato il conducente del furgone che ha provocato la morte di una ragazza in moto: era ubriaco L’uomo ubriaco ha inseguito la moto fino alla rotonda poi la ha tamponata

Incidente a CondoveIncidente a Condove

CONDOVE – Un diverbio per un sorpasso nel rettilineo, il ragazzo alla guida della moto sferra un pugno contro il finestrino del furgone, poi l’inseguimento fino alla rotonda e lo scontro. Il conducente di un furgone Ford Transit ha violentemente tamponato una moto KTM con a bordo un ragazzo ed una ragazza di Moncalieri.

Questa sembra esere la dinamica ormai accertata del terribile incidente avvenuto nel tardo,pomeriggio di oggi in Bassa Valsusa.

L’autista del van è agli arresti per omicidio stradale

Nella caduta il ragazzo è rimasto ferito gravementee ed è stato trasferito al CTO dall’Elisoccorso; lei è deceduta sul colpo. Ricostruita la dinamica dell’incidente i Carabinieri di Susa hanno sottoposto l’uomo all’esame alcoolimetrico dal quale è risultato un esito positivo, con un tasso etilico ematico abbondantemente sopra i limiti.  L’uomo, Maurizio De Giulio, 50 anni, di Nichelino, è stato quindi tratto in  arresto per omicidio stradale aggravato.

Aveva già provocato un incidente

Dalle testimonianze ancora in corso di trascrizione e di trasmissione all’autorità giudiziaria non è affatto escluso che la sua posizione possa ulteriormente  aggravarsi, perchè è emersa con chiarezza la volontarietà della sua irresponsabile condotta. Ieri sera l’uomo è stato interrogato a lungo nella caserma di Condove. Il Ford Transit di colore nero e i resti della Ktm sono stati posti sotto sequestro.  L’uomo nell’estate di sette anni fa era stato arrestato per aver provocato un altro incidente. Anche quella volta era ubriaco: dopo aver litigato con la moglie, era salito in auto e aveva causato uno scontro. Era passato con il semaforo rosso e si era schiantato contro le auto incolonnate. Non soddisfatto, aveva aggredito i vigili urbani che lo invitavano a salire sull’ambulanza. La sua rabbia non si era fermata neppure in ospedale, quando aveva minacciato due carabinieri. Sotto il sedile del furgone, ribaltato in mezzo alla strada, gli agenti avevano trovato una bottiglia di birra.

Le vittime dell’incidente

I due fidanzati investititi dal furgone sono entrambi di Moncalieri. La vittima è la 27enne Elisa Ferrero. Il suo ragazzo ancora in prognosi riservata al CTO è Matteo Penna, di 29 anni. Entrambi appassionati di moto, lui biker esperto, che le strade della Valsusa conosceva molto bene.

I due fidanzati con la loro moto al Moncenisio

I due fidanzati con la loro moto al Moncenisio