Intervista. Gaetano La Porta e Paolo De Marchis parlano della Carton Rapid Race La gara ad Oulx il 3 luglio

carton rapid race

OULX – Tutti conoscono la Carton Rapid Race, una bizzarra gara amatoriale sul fiume, unica nel suo stile in Italia. Come il fiume che ne è il teatro quest’anno la gara è scesa da Cesana a Oulx. Gli ingredienti sono sempre gli stessi: cartone, nastro adesivo e tanta tanta fantasia. Gaetano La Porta, l’ideatore e organizzatore della gara, e il sindaco Paolo De Marchis possono spiegare meglio.

Gaetano, qual’è lo spirito della Carton?

Una cosa deve essere chiara, la gara è nata, esisiste e avrà futuro solo come strumento di promozione del vivere il fiume. Un ritrovo per una esclusiva festa sul fiume, per comprendere l’importanza della vita sportiva in acqua e la sua importanza. Non è una manifestazione pubblicitaria o commerciale.

Cos’è la Carton?

Inserita nel contesto di una grande manifestazione sportiva a carattere promozionale e aggregativo e un ritrovo. La gara è una prova di abilità sportiva, artistica e costruttiva allo stesso tempo, che consiste prima nella realizzazione della propria imbarcazione, costruita sul posto usando esclusivamente cartone ed una quantità stabilita di nastro adesivo, e poi in una discesa cronometrata in facile acqua mossa.

Sindaco, quest’anno a Oulx?

Oulx, per il primo anno, inserisce nel suo cartellone delle manifestazioni estive questo grande evento che accoglierà sportivi, curiosi e turisti nelle giornate del 2-3 luglio in Regione Sotto la Rocca. Un paese che si appresta ad accogliere migliaia di persone, un paese che grazie ad una rete di commercianti, associazioni e volontari offrirà a tutto il territorio della Valle di Susa gioia, spensieratezza e divertimento.

Quest’anno che anche una prova per i piccoli?

Anche i bambini sotto i 15 anni potranno partecipare all’evento con i loro modelli di carta nella gara degli “Origami galleggianti”, la Paper Rapid Race. Esistono poche arti al mondo in grado di far nascere un capolavoro in poco tempo, utilizzando le mani come unico strumento. L’origami è una di queste, insegna a riprodurre ed inventare figure e forme di ogni genere semplicemente piegando un foglio di carta dove il modello della barca è sicuramente quello più noto e comune. La Paper Race, pensata per i bambini e le loro famiglie, è un evento ludico-culturale unico nel suo genere, utilizza il gioco intelligente, vuole l’attenzione, la partecipazione attiva ed il coinvolgimento dei partecipanti. Quest’anno sarà posta particolare attenzione alla collaborazione con ABIO (Associazioni per il bambino in ospedale) per un agrande raccolta fondi. Accogliere e far giocare i bambini, ascoltare e sostenere le famiglie sono i compiti più importanti dei volontari ABIO che, in collaborazione con il personale sanitario contribuiscono a far trascorrere ai piccoli ricoverati dei momenti lieti, pur in una fase critica della loro esistenza, breve o lunga che sia, durante il ricovero.

Gaetano, non ci sarà solo la domenica, cosa avete programmato prima?

Durante le giornate di sabato e di domenica, una serie di iniziative collaterali a scopo di intrattenimento e promozione faranno da cornice alla gara. Animazione sportiva sul fiume, dimostrazioni di rafting, kayak saranno presenti nella mattinata di sabato mentre nel pomeriggio inizierà la Carton Fest e lo Street Food: buona musica e stand gastronomici per mangiare e bere lungo le vie del paese. Una sfilata degli equipaggi precederà , al sabato sera, il grande concerto musicale in piazza Garambois in attesa della grande domenica.

La gara verrà presentata ufficialmente il  21 giugno presso il Circolo dei Lettori di Torino. Interverranno: Giovanni Maria Ferraris Assessore allo Sport della Regione Piemonte, Paolo De Marchis Sindaco di Oulx, Gaetano La Porta Orcokayak Centrocanoa – OK Adventure Company, Francesca Cavallero Paper Rapid Race e Marco Ottolenghi, Presidente ABIO Torino.