Tra i Vigili del Fuoco impegnati ad Ischia c’è dalla Valsusa Adelchi Pilotto Il pompiere di Condove è operatore specializzato con il drone

Il Vigile del Fuoco Adelchi PilottoIl Vigile del Fuoco Adelchi Pilotto

NAPOLI – Due vittime, 42 feriti di cui uno grave, 2.600 sfollati e centinaia di persone in fila agli scali portuali per lasciare l’isola d’Ischia dopo la scossa di terremoto di magnitudo 4 che la sera del 21 agosto ha colpito le acque a largo dell’isola di Ischia. I primi ad arrivare sono stati i Vigili del Fuoco.

Una squadra specializzata di Vigili del Fuoco

Tra gli intervenuti al soccorso c’è una squadra specializzata di Vigili del Fuoco che operano con il drone “mettendo il naso” dove tutti gli altri non potrebbero arrivare. Un piccolo gruppo di Vigili del Fuoco che si contano sulla dita di una mano sempre reperibili e super specializzati con migliaia di ore di volo sul ruolino di marcia.

Uno di questi è il condovese Adelchi Pilotto che chiamato di notte si è fatto tutto d’un fiato, in macchina, il tragitto fino dalla Valsusa a Napoli per essere operativo nel soccorso.

Adelchi Pilotto rintracciato al telefono

Non so dire quel sia la situazione generale– dice Pilotto sentito al telefono poco dopo le 21 e 30 – perchè siamo al lavoro senza sosta in tutto il paese dov’è richiesto il nostro intervento. Verifichiamo la presenza di persone, animali e il cedimento delle strutture prima dei soccorsi. Siamo collegati da ore con il drone in volo e solo adesso con il buio ci siamo fermati“.

Pilotto e i suoi colleghi sono anche il collegamento con gli uomini a terra per definire le aree d’intervento. Giusto la notte e all’alba il drone si alzerà nuovamente sul cielo di Ischia. Un’altra dura giornata di lavoro attende le Fiamme Rosse.