A Jouvenceaux in Valsusa si gusta con il Chocomoments Dal 16 al 18 agosto la grande festa del cioccolato artigianale

Jouvenceaux frazione di Sauze d'OulxJouvenceaux frazione di Sauze d'Oulx

SAUZE D’OULX – Dal 16 al 18 agosto il centro storico della frazione Jouvenceaux ospita la seconda edizione di “Chocomoments Sauze d’Oulx”, la grande festa del cioccolato artigianale, Nel cuore di Jouvenceaux saranno presenti alcuni artigiani del cioccolato con le loro specialità. Presso la Fabbrica di cioccolato sarà possibile fare degustazioni, cooking show, lezioni per adulti e laboratori per bambini. Non solo: la Fabbrica del Cioccolato mercoledì ha proposto la sua tavoletta da guinness da 10 metri.

La mostra mercato

La mostra mercato del cioccolato artigianale sarà aperta giovedì 17 e venerdì 18 agosto dalle 9,30 sino alle 19,30. Dalle 15,30 alle 17,30 il “Choco Baby”: laboratorio dedicato ai bambini per imparare a realizzare i cioccolatini. Per il Cooking Show, giovedì 17 alle ore 18 ci sarà la realizzazione della “Pralina di Sauze d’Oulx” con prodotto tipico della valle, mentre venerdì 18 alle 15 verrà svelato come di prepara una Sacher. Giovedì e venerdì alle 10 sono in programma le lezioni di cioccolato, corsi di lavorazione del cioccolato dalla durata di 2 ore al costo di 30 euro.

La Pubblica Assistenza di Sauze d’Oulx organizza per giovedì 17 agosto dalle 11 alle 18 in via Monfol, lato Parco Giochi, l’iniziativa benefica “Goffre per aiutateci ad aiutarvi”: goffre dolci e salati con  in più il gusto della solidarietà. Dal 18 al 20 agosto arriva a Sauze d’Oulx in piazza III Reggimento Alpini la tappa dello Street Food Festival organizzato dall’Associazione Italiana Cuochi Itineranti.

Tre giorni di festa

Tre giorni di cibo da strada: venerdì 18 agosto dalle 18 alle 24, sabato 19 e domenica 20 agosto dalle 10 alle 24. Tre giorni in cui gli operatori selezionati e rappresentanti la qualità del territorio locale e delle diverse regioni italiane proporranno, accanto a birre artigianali, le loro specialità. Si va dai classici della Sicilia, come pane e panelle, arancini e cannoli passando tra la pampanella molisana oppure la piada romagnola. Ci sono poi le Marche con le olive ascolane, la Sardegna con il porceddu, la Puglia con il panino lucano.