La Banda Musicale Leone, un ruggito lungo 130 anni Una domenica di festa per la Banda Musicale Parrocchiale Leone XIII

(foto Anna Cataldo)(foto Anna Cataldo)

GIAVENO – Una domenica di festa per celebrare i 130 anni della Banda Musicale Parrocchiale Leone XIII. Il direttore Aldo Bunino (da ben 35 anni) e il presidente Alberto Portigliatti Barbos hanno organizzato al meglio i festeggiamenti. Lunga la storia del connubio musicale. La Banda Musicale Parrocchiale Leone XIII nacque a Giaveno nel 1886 con il nome “Banda Musicale Operaia Cattolica”, fondata con statuto proprio dai fratelli Bartolomeo e Pio Rolla. Nel 1903 Papa Leone XIII insignì della croce “Pro ecclesia et Pontifice” il Canonico Bartolomeo Rolla per i meriti che lo distinsero nell’azione sociale cattolica. Alla morte del Papa, avvenuta nello stesso anno, la Banda Operaia Cattolica diventò la Leone XIII. Da allora anno dopo anno ecco l’intensa vita della “Leone” in manifestazioni civili e religiose, con particolare dedizione al servizio della Parrocchia di San Lorenzo Martire in occasione delle feste liturgiche più importanti. Nei suoi quasi 130 anni di storia la “Leone” ha anche conosciuto momenti di difficoltà come negli anni tra le due guerre perchè perseguitata dal fascismo e soppressa d’autorità nel 1939 per l’avversione al Fascio locale continuando, però, la sua attività con il nome di La Ceciliana.  Numerose sono state le sue attività sia in Italia che all’estero: ricordiamo i concerti all’Auditorium RAI di Torino, l’udienza da S.S Giovanni Paolo II, il concerto in onore del gemellaggio con la cittadina francese di Chevreuse, i concerti a Sorrento, Napoli, Forte dei Marmi e Cogorno, la partecipazione al Carnevale dei Fiori di Sanremo e la Battaglia dei Fiori di Ventimiglia. Oggi la “Leone” conta circa 40 musici, è una banda solida nella sua tradizione forte per il suo valore.